Sesto, il sindaco Di Stefano: “Le donne musulmane rifiutano le notifiche da messi comunali maschi”

Il post su facebook del sindaco leghista solleva la polemica

Roberto Di Stefano, il sindaco di Sesto

Roberto Di Stefano, il sindaco di Sesto

Sesto San Giovanni, 8 marzo 2024 – Tra le tante polemiche sull’integrazione dei fedeli musulmani, questa ancora mancava. A sollevarla è con un post su facebook il sindaco leghista di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, che denuncia un fenomeno singolare. “Purtroppo – scrive – da tempo accadono episodi spiacevoli in città che riguardano i messi notificatori del Comune. Ci viene riportato che non vengono ricevuti dalle donne musulmane. Gli uffici mi han riferito che numerose donne di fede islamica si rifiutano di ricevere le notifiche fondamentali del Comune di Sesto San Giovanni se a consegnarle è un uomo. In base a ovvie imposizioni di tipo religioso viene impedito alle donne di avere contatti con uomini. Questo comporta, spesso, che il messo notificatore lasci la notifica nella casella della posta e che il giorno dopo la famiglia si rechi in comune per ritirare il documento che doveva essere consegnato. Ovviamente il giorno dopo, succede che se viene incaricata una donna di ritirare la documentazione vuole rivolgersi solo a sportelli in cui ci sia una donna. È evidente il caso di discriminazione al contrario”. sottolinea di Stefano. “Se da una parte il sindaco non può cambiare i regolamenti e i concorsi scegliendo esclusivamente personale femminile per i messi notificatori, perché sarebbe una discriminazione di sesso vietata dalla Costituzione, dall'altra parte è evidente come alcune famiglie musulmane non abbiano nessuna intenzione di integrarsi. L'integrazione passa dal rispetto della nostra cultura e del diritto prima di tutto.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro