Solidarietà a Gaza, si mobilita la Curva Sud Milano: raccolta di beni di prima necessità

Gli ultras rossoneri si attivano per la popolazione della striscia, alla prese con la grave emergenza umanitaria a seguito dei raid di Israele

Un'immagine della Curva Sud Milan; a destra, la storia con l'annuncio dell'iniziativa

Un'immagine della Curva Sud Milan; a destra, la storia con l'annuncio dell'iniziativa

Milano, 18 marzo 2024 – Gli ultras della Curva Sud Milano, il gruppo più caldo della tifoseria rossonera, si mobilitano in solidarietà alla popolazione di Gaza, alle prese con una gravissima emergenza umanitaria a seguito dei ripetuti raid delle forze israeliane, in risposta alle azioni terroristiche di Hamas risalenti al 7 ottobre dell’anno scorso.

La raccolta 

L’iniziativa è stata comunicata attraverso una storia comparsa sul profilo ufficiale Instagram della curva “Banditi Curva Sud Milano”. I tifosi intendono raccogliere, si legge sui social, “generi di prima necessità per la popolazione di Gaza”. Ampio l’assortimento di materiale che ragazzi e ragazze che si ritrovano al secondo anello blu, ma anche altri tifosi del Milan, potranno portare giovedì 21 a San Siro, alla riunione della Curva Sud che si tiene nei pressi del cancello 15, con inizio alle 21. 

Verranno accettati “medicine, salviette, pannolini, asciugamani, tende da campo, scarpe e calce, lenticchie, ceci e fagioli, riso sottovuoto, pasta, biscotti, lecca lecca, latte in polvere”. 

La tradizione

La nota pubblicata sui social si conclude con un invito a partecipare e a contribuire. La Curva Sud Milano si spende spesso in iniziative solidali: nella primavera dell’anno scorso una delegazione degli ultras rossoneri portò nell’Emilia Romagna devastata dall’alluvione alimenti e altri beni di prima necessità raccolti fra i tifosi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro