Due razzi nella notte in Porta Romana: gara fra 500 Abarth e Volvo termina con lo scontro

Uno dei due conducenti è stato denunciato dopo aver aggredito gli agenti della polizia locale, che hanno rintracciato gli improvvisati piloti poco lontano dal luogo della corsa clandestina

Le due auto si sono sfidate come se fossero sul circuito cittadino di Formula 1 a Montecarlo

Le due auto si sono sfidate come se fossero sul circuito cittadino di Formula 1 a Montecarlo

Milano, 24 gennaio 2024 – La gara di velocità nel cuore della notte. Lo scontro in zona Porta Romana senza per fortuna causare feriti. Una delle due auto abbandonata in sosta vietata e l'altra ritrovata poco dopo. La folle corsa tra una Fiat 500 Abarth e una Volvo è andata in scena nella notte tra martedì e mercoledì in via Crema: uno dei conducenti, un trentasettenne con precedenti per reati contro la persona, è stato denunciato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale per aver aggredito gli agenti della polizia locale.

La gara

Stando a quanto ricostruito dai ghisa, la corsa è andata in scena qualche minuto dopo l'una. Dopo lo schianto, i due automobilisti si sono allontanati. Poco dopo, sono stati rintracciati in piazzale Cantore: si tratta di un ventiseienne, che era al volante della 500, e di un trentasettenne, che invece era alla guida della Volvo.

Quest'ultimo si è scagliato contro i vigili, che lo hanno accompagnato all'Ufficio arresti e fermi di via Custodi e indagato a piede libero.

Il ritorno dopo lo schianto

Stando alle prime informazioni, il conducente della Volvo, di 26 anni, è stato rintracciato in via Giulio Romano, dove si è fermato dopo l'incidente. Il trentasettenne al volante della 500 si è invece allontanato a piedi, salvo tornare poco dopo in compagnia di un'altra persona.

Quando ha visto i vigili, l'uomo è salito a bordo della Fiat ed è scappato, ma è stato bloccato dopo un inseguimento di alcuni chilometri in piazzale Cantore: è stato denunciato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e perché trovato ubriaco alla guida; dalle verifiche nelle banche dati delle forze dell'ordine è emerso a suo carico un precedente per tentato omicidio ai danni di un senzatetto risalente ad alcuni anni fa.

Le indagini stanno proseguendo per capire se i due automobilisti si siano effettivamente sfidati in una corsa clandestina, come uno dei due avrebbe confermato ai ghisa già stanotte: gli investigatori cercheranno riscontri nelle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro