Messa delle Palme in un duomo deserto
Messa delle Palme in un duomo deserto

Milano, 5 aprile 2020 - Un'immagine emblematica di questa Pasqua al tempo del coronavirus è quella del sindaco di Milano Giuseppe Sala con la fascia tricolore, il presidente della Lombardia Attilio Fontana e il prefetto Renato Saccone che oggi - seduti in prima fila ciascuno in un banco diverso - hanno assistito alla messa della domenica delle palme celebrata dall'arcivescovo monsignor Mario Delpini in un duomo deserto.

Fontana, Sala e Saccone sono stati invitati in rappresentanza di tutta la popolazione di Milano per una celebrazione che tradizionalmente porta in cattedrale migliaia di fedeli. "Pasqua ci regali una vita nuova" è l'esortazione con cui l'arcivescovo ha concluso l'omelia, regalando a sindaco, presidente e prefetto una colomba, simbolico dono a tutta la città. "Siamo alleati in questo momento di emergenza, in questo desiderio di speranza - ha setto monsignor Delpini nella sua omelia- siamo insieme nell'offrire forme di solidarietà alla popolazione", non solo la Chiesa  Cattolica e i cristiani ma anche anche "la comunità ebraica e tutte le altre comunità religiose" per alimentare "la spiritualità che è necessaria, come lo sono i gesti concreti delle cure per i malti, la pietà per i i morti e la solidarietà per i bisognosi".