Coronavirus, mascherine in metropolitana a Milano (Ansa)
Coronavirus, mascherine in metropolitana a Milano (Ansa)

Milano, 18 ottobre 2020 - Oggi in Lombardia si contano 2.975 nuovi positivi al coronavirus e 21 morti. La metà dei nuovi contagi è relativo alla provincia di Milano dove i casi registati nelle ultime 24 ore sono 1.463, 727 a Milano città. Ieri i positivi erano 1388 in Città Metropolitana, di cui 634 a Milano città. Secondo i dati diffusi dalla Regione Lombardia, a Bergamo i nuovi positivi sono 89, a Brescia 93, a Como 154, a Cremona 46, a Lecco 60, a Lodi 62, a Mantova 24, a Monza e Brianza 353, a Pavia 132, a Sondrio 23 e a Varese: 354.

Walter Bergamaschi, direttore generale dell’ATS di Milano ha sottolineato: "Aumentano i ricoveri in terapia intensiva e sono in costante crescita anche i casi positivi. La situazione è critica in Lombardia, ma in particolare a Milano e nella Città metropolitana. Occorre l’aiuto di tutti i cittadini per fermare la corsa del virus”. “Quello che più preoccupa – continua – è che nelle prossime ore il numero dei soggetti positivi possa ulteriormente incrementare e mettere sempre più sotto pressione gli ospedali. Cercheremo di rafforzare il rapporto con i medici di famiglia, che hanno un ruolo decisivo nel segnalare casi sospetti e sorvegliare i pazienti fragili. Oggi più che mai il loro ruolo può essere fondamentale, lavorando in rete con le Ats e seguendone le indicazioni”.

I dati di domenica 18 ottobre

I dati di domenica 18 ottobre

In arrivo un nuovo Dpcm

Ieri in Lombardia è entrata in vigore la nuova ordinanza firmata dal governatore Attilio Fontana. Per il virologo Fabrizio Pregliasco si tratta di un provvedimento che rappresenta "un primo passo" nella lotta alla diffusione del virus ma che di per sé non è sufficiente. Nel frattempo è allo studio un nuovo Dpcm (decreto del presidente del Consiglio dei Ministri ndr). Oggi si è svolto un nuovo vertice governo-Regioni sulle misure da introdurre per contenere l'emergenza Coronavirus In primo piano il rapporto tra Stato centrale e Regioni. Sul tavolo, tra le questioni, quella dei trasporti, e quella della didattica a distanza per le scuole superiori. Il nuovo pacchetto di misure più restrittive, per ottenere un contenimento dell'epidemia da coronavirus, saranno inserite, salvo modifiche dell'ultim'ora, nel nuovo Dpcm, atteso già stasera o al massimo domani.