Coperte e panettoni ai senzatetto

Nella notte di Natale, 15 volontari della Croce Rossa hanno portato conforto, calore e gioia agli invisibili della società, distribuendo coperte, cibo e indumenti. Un gesto di solidarietà che ricorda l'importanza di tendere la mano a chi è in difficoltà.

Coperte e panettoni ai senzatetto

Coperte e panettoni ai senzatetto

Una notte di Natale di solidarietà, con la Croce rossa accanto agli invisibili. La magia del Natale si manifesta in molte forme, e spesso è nei gesti di generosità e amore che questa magia raggiunge il suo apice. Nella notte del 25 dicembre, quindici volontari della Croce rossa del Comitato dell’area sud milanese hanno abbracciato lo spirito natalizio dedicando il loro tempo a coloro che spesso sono dimenticati: gli invisibili della società.

I volontari si sono divisi in squadre, portando conforto, calore e gioia nelle strade del sud di Milano, alla mensa dei migranti di Bresso e al servizio di emergenza urgenza. "In una società spesso veloce e impegnata, i gesti di solidarietà nella notte di Natale ci ricordano l’importanza di rallentare e tendere la mano a coloro che si trovano in situazioni difficili – commenta Danilo Esposito, presidente della Cri locale –. La magia del Natale è ancor più luminosa quando condivisa con chi ne ha più bisogno". Una delle squadre si è dedicata con cuore e anima all’unità di strada per i senzatetto della zona sud della metropoli meneghina. In una notte fredda hanno distribuito coperte, le scatole di Natale raccolte dal Comune di Opera che contenevano indumenti, panettoni e pandoro, offrendo non solo un aiuto materiale ma anche un momento di umanità a coloro che vivono in condizioni estreme. "È stata una notte particolare – racconta il volontario Carlo Marrocoli –. Come sempre i senzatetto quando vedono il mezzo Cri ci accolgono a braccia aperte e si avvicinano spontaneamente, ci vengono incontro con sorriso e ringraziandoci di esserci sempre". I volontari dell’unità di strada svolgono questa attività tutto l’anno, portando due volte la settimana cibo, bevande calde ma soprattutto la loro vicinanza attraverso un dialogo continuativo. Un altro gruppo ha prestato servizio nell’ambito dell’emergenza urgenza, garantendo assistenza e soccorso a chi ne aveva bisogno durante la notte di Natale. Il terzo gruppo ha portato il calore delle festività alla mensa dei migranti di Bresso, servendo una cena speciale. Mas.Sag.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro