np_user_4025247_000000
MASSIMILIANO SAGGESE
Cronaca

Continuità o cambiamento Le proposte dei due candidati

Lidia Reale tenta il bis con una lista civica, il centrodestra si presenta compatto con Moneta

Continuità o cambiamento  Le proposte dei due candidati
Continuità o cambiamento Le proposte dei due candidati

di Massimiliano Saggese

In corsa per la poltrona di sindaco sono in due per le elezioni amministrative in programma tra una settimana, il 14 e il 15 maggio. Le urne saranno aperte dalle 7 alle 23 di domenica e dalle 7 alle 15 di lunedì, senza eventuale ballottaggio perché si tratta di un Comune inferiore a 15mila abitanti. Qui i residenti sono 8.040 e al voto sono chiamati 6.500 aventi diritto che dovranno scegliere fra Lidia Reale, sindaca uscente e candidata della lista civica Avanti Insieme targata Pd e Alessandro (ma tutti lo chiamano Sandro) Moneta candidato sindaco di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega.

Due schieramenti compatti, quindi. Il centrodestra dopo dieci anni torna a presentarsi unito alle elezioni comunali. Alle scorse elezioni amministrative i candidati erano ben cinque ma l’astensione fu molto alta: votarono in 3.493 ossia il 53,78%.

Lidia Reale, a Basiglio da 36 anni, si ricandida sindaco dopo aver prevalso, cinque anni fa, sia sul centrodestra, sia sul centrosinistra. Non è iscritta ad alcun partito ed è convinta che per le amministrative si debba puntare sulle persone e non sui partiti. Proponendosi alla guida di una "vera lista civica". "Vorrei continuare a impegnarmi per la mia comunità mettendomi al suo servizio, dedicando tutto il tempo necessario e la mia determinazione in ogni contesto istituzionale, e non solo, per ottenere il massimo per Basiglio".

Sandro Moneta al contrario è un uomo di partito che ha fatto la gavetta restando sempre fedele a Forza Italia. Ha ricoperto la carica di vicesindaco per 5 anni e poi ha indossato la fascia tricolore dal 1975 al 1993 dando vita alla crescita di Basiglio. Negli anni delle cementificazioni selvagge del Sud Milano ha saputo gestire la crescita di Milano 3 impedendo colate di cemento.

Ai candidati abbiamo posto i tre seguenti quesiti: 1) Perché ha deciso di ricandidarsi come sindaco? 2) Quali sono i punti qualificanti del suo programma? 3) Cosa la distingue dal suo avversario?