Cinisello, l'ex liceo Peano diventerà un maxi studentato

La struttura, di 15mila metri quadrati, è stata dismessa dal 2013. Il protocollo d'intesa firmato dalla Città Metropolitana di Milano, proprietaria dell'edificio, e dal comune

La firma del protocollo di rigenerazione urbana. Da sinistra il sindaco di Cinisello Giacomo Ghilardi, il vicesindaco di Città metropolitana Francesco Vassallo e il consigliere Giorgio Mantoan

La firma del protocollo di rigenerazione urbana. Da sinistra il sindaco di Cinisello Giacomo Ghilardi, il vicesindaco di Città metropolitana Francesco Vassallo e il consigliere Giorgio Mantoan

Cinisello Balsamo (Milano), 10 gennaio 2024 – Chiuso da oltre dieci anni, l’ex liceo Peano diventerà uno studentato per gli universitari fuori sede che studiano a Milano. Al lavoro ci sono Città Metropolitana, proprietaria dell’edificio, e il Comune di Cinisello Balsamo, il primo di tutta l’area vasta ad aver sottoscritto un protocollo d’intesa oggi, mercoledì 10 gennaio, nell’ambito di un vasto progetto di rigenerazione urbana.

La riqualificazione dei 15mila metri quadrati della struttura

“Si tratta di un importante passo in avanti verso un obiettivo ambizioso: mettere a sistema le opportunità del territorio in termini di spazi che possono essere oggetto di riconversione, così da avviare progetti concreti che possano soddisfare le necessità della cittadinanza – spiega il vicesindaco della Città Metropolitana di Milano Francesco Vassallo –. In questi mesi è aumentata notevolmente la domanda di alloggi per studenti a prezzi calmierati e vogliamo individuare possibili edifici che, opportunamente recuperati, possano andare incontro a questa esigenza o, comunque, a forme di housing sociale. Speriamo che a questo protocollo ne seguano presto altri”.

Fino al 2013 il Peano ospitava gli indirizzi di liceo scientifico, ragioneria e geometra in una struttura di sette piani di colore giallo e di 15mila metri quadrati di superficie in via Doria. Poi la chiusura, a causa del crollo di iscritti e di logoramento della struttura, e i diversi piani di riqualificazione rimasti nel cassetto.

In arrivo la fermata della linea 5 della metropolitana

“Per noi si tratta di una giornata importante per Cinisello e per lo sviluppo di un ambito strategico, che sarà coinvolto in diversi cambiamenti, tra cui l’arrivo di una fermata della linea 5 della metropolitana – sottolinea il sindaco Giacomo Ghilardi –. In particolare, l’ex istituto scolastico Peano potrà finalmente tornare ad avere un valore sociale e culturale ospitando un progetto di ampio respiro, valorizzando un bene pubblico e offrendo nuovi servizi per i giovani di cui il territorio necessita”.

Il tavolo tecnico permetterà di approfondire gli strumenti amministrativi necessari a promuovere progetti di housing per giovani non solo nell’ex liceo: ulteriori edifici sono stati segnalati a Cinisello in occasione di una ricognizione promossa da Città Metropolitana. 

La strategia di rigenerazione urbana e territoriale

“Da tempo lavoriamo insieme ai Comuni per una strategia di rigenerazione urbana e territoriale attraverso la riqualificazione di spazi e complessi edilizi sottoutilizzati o degradati – commenta il consigliere Giorgio Mantoan consigliere delegato allo Sviluppo economico, Politiche giovanili, Rapporti con sistema delle università, Coordinamento fondi europei –. Abbiamo creduto fortemente nell’attivazione di un percorso di confronto in tutta l’area metropolitana, che a ottobre ci ha visti mettere sul tavolo dell’università 20 aree per 3mila posti letto e 800 alloggi potenziali. Cinisello Balsamo è il primo Comune con cui sottoscriviamo questa intesa. L’auspicio è che questo tavolo di lavoro porti a concretizzare progetti di rigenerazione. L’impegno su questo fronte è alto, perché comprendiamo la grande esigenza della popolazione, soprattutto studentesca, e di tutto il territorio”.

Il progetto Rigeneration housing

Il piano strategico triennale della Città Metropolitana di Milano, nell’ambito del Rigeneration housing promuove interventi di trasformazione fisica e azioni nel campo dei servizi alla persona e dello sviluppo dei sistemi economici locali, sostenendo e dando supporto tecnico ai Comuni nell’attivazione di progetti riconosciuti di rilevanza sovracomunale o metropolitana.

Attenzione viene data in particolare ai “luoghi urbani della mobilità (LUM)”, caratterizzati da un’alta accessibilità, e alla promozione del modello della “Città dei 15 minuti”: Cinisello Balsamo è parte della “Città centrale” e ha un LUM di rilevanza sovracomunale, in corrispondenza della nuova fermata di interscambio MM1-MM5. La posizione strategica l’ha quindi premiata con una collaborazione che prevede l’attivazione di un tavolo di lavoro di un anno, la cooperazione all’elaborazione di piani di valorizzazione del patrimonio degradato o sottoutilizzato, il monitoraggio del percorso, la sperimentazione di possibili forme di incentivazione all’innovazione della qualità urbana.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro