Carlo Porta, De Amicis e Galdus:: "Noi aderiamo, sarà una rivoluzione"

E già quaranta famiglie si sono prenotate per la sperimentazione dell’alberghiero

Carlo Porta, De Amicis e Galdus:: "Noi aderiamo, sarà una rivoluzione"
Carlo Porta, De Amicis e Galdus:: "Noi aderiamo, sarà una rivoluzione"

A Milano, tra gli istituti statali che hanno aderito alla sperimentazione, c’è l’alberghiero Carlo Porta: "Non ci sono connotazioni ideologiche né politiche in questa scelta, ma puramente didattiche: può essere uno strumento utile a rilanciare gli istituti professionali in crisi e valorizzare il settore dell’enogastronomia vitale per l’economia del territorio", premette la preside Rossana Di Gennaro, spiegando il piano: "L’offerta formativa sarà rilanciata con un quadriennio, un percorso di eccellenza caratterizzato da laboratori Stem, laboratori professionali, ma anche linguistici con metodologia Clil. In quattro anni le ore di stage saranno le stesse del percorso su cinque e si potrà proseguire nei percorsi Its già attivi: è un coronamento del progetto iniziato due anni fa". Trentasei ore settimanali (dal lunedì al venerdì), un biennio comune più uno di indirizzo. Oggi e sabato gli ultimi open day. "Già quaranta famiglie si sono prenotate per il quadriennale", spiega Rossana Di Gennaro. Tra le paritarie ci sono gli Istituti De Amicis, con il quadriennale in Amministrazione Finanza e Marketing "che con Galdus sarà capofila del progetto su ’Risorse umane e marketing’", spiega il presidente Giulio Massa. "Abbiamo creato reti molto corpose – conclude Diego Montrone, presidente di Galdus, che tra le due sedi conta duemila studenti –. Col riordino della filiera, non si perde l’opportunità di accedere a percorsi formativi successivi".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro