Camionista ucciso. A giudizio l’autista del tir che lo falciò

Un camionista romeno è stato rinviato a giudizio per aver investito e ucciso un collega sulla A4 a causa di presunta velocità e mancata moderazione. Il processo inizia il 17 giugno 2024.

Camionista ucciso. A giudizio l’autista del tir che lo falciò

Camionista ucciso. A giudizio l’autista del tir che lo falciò

È stato rinviato a giudizio M.D., 37enne camionista romeno domiciliato a Brembate che investì e uccise sull’autostrada A4 il 49enne Orazio Ingegneri (nella foto), camionista di Almenno San Bartolomeo. Lo ha deciso il Tribunale di Milano. Era l’alba del 16 gennaio 2023 e Ingegneri era alla guida dell’autocarro Fiat 100 sull’A4 in direzione Torino-Venezia. L’asfalto era umido, c’era nebbia e quel tratto è privo di illuminazione. Il 49enne procedeva ma, ad un tratto, ha tamponato un autoarticolato Iveco-Bertoja che lo precedeva. Dopo l’impatto, l’autocarro era rimasto fermo in prima corsia, mentre l’Iveco in corsia di emergenza. Ingegneri era sceso dal mezzo, quando era sopraggiunto un terzo autoarticolato condotto da M.D., che aveva tamponato l’autocarro Fiat 100 facendolo piombare addosso a Ingegneri, ucciso sul colpo. Sotto accusa la velocità non moderata. Il processo inizia il 17 giugno 2024. S.T.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro