Negli aeroporti lombardi sbarca l’Arrival Manager: cos’è. E perché fa bene all’ambiente

Il tool attivo a Malpensa, Linate e Orio al Serio: ottimizza i tempi di volo attraverso un calcolo basato sui dati di traiettoria previsti e gli aggiornamenti forniti dai radar

Aerei in fase di atterraggio e decollo a Milano (Archivio)
Aerei in fase di atterraggio e decollo a Milano (Archivio)

Milano, 21 dicembre 2023 – Se 30 secondi in meno vi sembran pochi. I voli diretti negli aeroporti lombardi saranno più “puliti” con lo sbarco nei tre scali principali – Malpensa, Linate e Orio al Serio – dell’Arrival Manager, tool tecnologico progettato per gestire in modo più efficiente i voli in arrivo.

Il sistema è attivo al centro di controllo Enav di Milano, responsabile dello spazio aereo sul nord ovest d'Italia. I benefici di questo nuovo software saranno soprattutto sull’ambiente.

L’esempio

Enav, la società che gestisce il traffico aereo civile in Italia, ha stimato, per il solo aeroporto di Malpensa, una riduzione media di 30 secondi per singolo volo, cioè circa 4,8 chilometri di minore distanza con conseguente risparmio di carburante pari a 30 chilogrammi, corrispondente a circa 93 chilogrammi di CO2.

Il funzionamento

Nello specifico, l'Arrival Manager è un sistema che supporta i controllori del traffico aereo nella gestione dei voli nella fase di avvicinamento all'aeroporto di arrivo, da quando il velivolo è prossimo a lasciare il livello di crociera per iniziare la discesa fino a quando è allineato alla pista di atterraggio.

Questo innovativo sistema è infatti in grado di assistere il controllore del traffico aereo nella definizione della sequenza di arrivo ottimale per ciascun velivolo, riducendo i tempi di volo e consentendo quindi agli aeromobili in avvicinamento agli aeroporti di consumare meno carburante.

I calcoli

Gli orari previsti di atterraggio vengono calcolati utilizzando i dati di traiettoria prevista e gli aggiornamenti forniti dai sistemi radar.

Attraverso strategie di ottimizzazione dei flussi di traffico, a partire da 180 miglia (circa 330 chilometri) dalla pista, Arrival Manger pianifica una sequenza di arrivo, determinando i tempi target di atterraggio aggiornati dinamicamente attraverso check successivi definiti su specifici punti lungo le rotte di arrivo.

L'Arrival Manager, dal 23 dicembre 2022, è già operativo anche presso il Centro di controllo Enav di Roma per la fase di avvicinamento sull'aeroporto di Fiumicino ed ha garantito, fino a oggi, una riduzione complessiva di oltre 360.000 chilogrammi di carburante per una minore emissione di anidride carbonica, pari a circa 1 milione di chilogrammi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro