Piazzale Zavattari: rapina in farmacia, il bandito incastrato da un paio di ciabatte

Gli agenti della squadra mobile hanno arrestato un marocchino di 48 anni: si era dato alla fuga dopo essersi fatto consegnare l'incasso. Ma un dettaglio l’ha tradito

Milano, 9 febbraio 2024 – Entra in farmacia con il volto coperto da una mascherina e si fa consegnare 300 euro: arrestato un marocchino di 48 anni. 

La rapina ripresa dalle telecamere dalla farmacia (video Polizia di Stato)
La rapina ripresa dalle telecamere dalla farmacia (video Polizia di Stato)

L’assalto è andato in scena martedì scorso, verso mezzogiorno, in un esercizio di piazza Zavattari, in zona San Siro. L’autore del raid ha minacciato i dipendenti e si è fatto consegnare il denaro in cassa, circa 300 euro. Successivamente si è dato alla fuga. Sul posto sono giunti gli agenti della sezione “Criminalità diffusa” della squadra mobile che hanno effettuato gli accertamenti, analizzando anche le immagini di videosorveglianza presenti all’interno del locale.

L’indagine

I sospetti degli investigatori si sono concentrati su un marocchino già arrestato lo scorso 2 dicembre dopo una rapina commessa ai danni di un negozio di prodotti surgelati di Via Rembrandt. Per quest’ultimo arresto l’uomo era stato sottoposto agli arresti domiciliari: i poliziotti si sono quindi recati presso la sua abitazione, in via Preneste, per verificare se fosse in casa o meno.

L’uomo, dopo aver trovato al suo rientro i poliziotti nei pressi del suo appartamento, ha provato a giustificare la sua assenza. “Sono uscito un attimo per comprare un paio di bottiglie d’acqua nel negozio sotto casa”, ha detto. Agli agenti, però, non è sfuggito che l’uomo indossava abiti completamente differenti rispetto a quelli dell’autore della rapina, in particolare un paio di ciabatte di gomma.

La verifica

È scattato un ulteriore controllo delle telecamere, stavolta quelle nel quartiere dove si trova l’abitazione del sospettato. Le immagini hanno rivelato che il nordafricano, verso le 11, era uscito di casa indossando gli stessi abiti con i quali, poco dopo, avrebbe commesso la rapina in farmacia. Con sé aveva un sacchetto di plastica dove c’erano proprio le ciabatte indossate quando si è presentato davanti ai poliziotti.

Al suo rientro, l’uomo ha probabilmente notato gli agenti e, prima di entrare all’interno dell’edificio dove si trova il suo appartamento, ha temporeggiato un attimo: poi ha estratto dal calzino le banconote rapinate, infilandole nella cassetta della posta.

L’uomo è stato arrestato con le accuse di rapina aggravata ed evasione. Successivamente è stato portato in carcere a San Vittore, in attesa dell’interrogatorio con il gip. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro