Antinori assolto per due violenze Non abusò sessualmente delle pazienti

Il pioniere della fecondazione assistita sta già scontando una condanna a 6 anni

Migration

È stato assolto, "perché il fatto non sussiste", dalle accuse di violenze sessuali su due pazienti Severino Antinori, ginecologo e discusso pioniere della fecondazione assistita. Lo ha deciso il tribunale, che lo ha anche prosciolto da una serie di altre imputazioni. Il medico, condannato in via definitiva nel 2020 a 6 anni e 6 mesi per il noto caso della “rapina di ovuli“, era già stato assolto in altri procedimenti, tra cui uno sempre per abusi sessuali nel capoluogo lombardo.

"Il calvario che ha subito il professore Antinori è stato il frutto di una ingiustizia che l’ha travolto per un mero pregiudizio!", ha commentato l’avvocato Gabriele Maria Vitiello. "Antinori è un professionista serio, uno scienziato di levatura internazionale che ha dimostrato ancora una volta che gli uomini liberi sono più forti di qualsiasi abuso. Da oggi riscopriamo che lo Stato di diritto esiste", ha aggiunto il difensore dopo il verdetto di oggi.

Il medico, assistito dai legali Vitiello e Tommaso Pietrocarlo, è stato assolto con formula piena dalle due accuse di violenze sessuali, contestate per presunti abusi nel dicembre 2015, dalla nona sezione penale,presidente del collegio Mariolina Panasiti.