Alfonso Iadevaia nuovo capo della Mobile

Alfonso Iadevaia, nuovo dirigente della Squadra mobile, subentra a Marco Calì a Milano. Con esperienza pluriennale nella Polizia di Stato, si è occupato di criminalità organizzata e ha partecipato a importanti operazioni.

Alfonso Iadevaia nuovo capo della Mobile

Alfonso Iadevaia, nuovo dirigente della Squadra mobile, subentra a Marco Calì a Milano.

Cambio della guardia al vertice della Squadra mobile. Ieri primo giorno di lavoro in via Fatebenefratelli per il primo dirigente Alfonso Iadevaia, che ha preso il posto di Marco Calì, nominato questore di Como. Classe 1974, Iadevaia è laureato in Giurisprudenza, con diploma di specializzazione in Diritto amministrativo e Scienza dell’amministrazione. In servizio nei ruoli della Polizia di Stato dal 2000, l’anno dopo è arrivato il primo incarico da dirigente della Mobile a Biella, seguito dalle esperienze a Novara e Agrigento. Poi i quattro anni dal 2012 al 2016 al Servizio centrale operativo, durante i quali si è occupato di criminalità organizzata, partecipando alla cattura del latitante Bruno Sebastiano a Malta e all’indagine della Dda di Genova sulle infiltrazioni della ’ndrangheta in Liguria. Quindi gli altri tre incarichi alla Mobile a Brescia, Catanzaro e Reggio Calabria. Ora l’esperienza all’ombra della Madonnina. N.P.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro