Pi Greco Day, la Statale di Milano lo celebra con l’esperimento dell’ago di Buffon: ecco cos’è

Un evento aperto a studenti e passanti in occasione della Giornata internazionale della Matematica. Oltre mille persone coinvolte e 8mila dati raccolti

Milano – Marzo, il terzo mese dell’anno, a ricordare il numero prima della virgola. E 14 come le prime due cifre dopo la virgola. Oggi, 14 marzo, si celebra il Pi Greco Day, ufficialmente la Giornata internazionale della Matematica. E alla Statale di Milano hanno pensato a un’iniziativa coinvolgente, che uscisse dalla aule dell’università, per celebrare questo numero così affascinante e che si “trova” un po’ ovunque, anche dove non ce lo si aspetta. 

Un momento dell'iniziativa
Un momento dell'iniziativa

Questi i numeri: quattro sedi dell’Università Statale di Milano, oltre mille persone coinvolte, ottomila dati sperimentali raccolti grazie all’esperimento dell’ago di Buffon. L’idea è stata del dipartimento di Matematica “Federigo Enriques” dell’Università Statale di Milano.

Un momento dell'iniziativa
Un momento dell'iniziativa

L'esperimento dell'ago di Buffon è un affascinante metodo di approssimazione del valore di π (pi greco), ideato dal naturalista e matematico Georges-Louis Leclerc de Buffon alla fine del XVIII secolo, che consiste nel lanciare a caso degli oggetti di forma allungata su un piano suddiviso in strisce, permettendo così di stimare il valore di π attraverso la probabilità di intersezione tra gli oggetti e le linee del piano.

I matematici della Statale hanno proposto l’iniziativa dalle 11 alle 3.14 (come i “numeri” del pi greco) a studentesse, studenti e passanti in quattro sedi dell’Ateneo, tra Città Studi e via Festa del Perdono (via Golgi 19, via Celoria 20, via Saldini 50, via Festa del Perdono 3) coinvolgendo oltre mille persone e raccogliendo 8mila dati sperimentali riportati su un foglio di calcolo condiviso. Successivamente analizzati, i dati hanno restituito un risultato soddisfacente con una stima pari a 3,143, con un ridottissimo margine di errore.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro