A Cormano si stabilizza la curva dei contagiati

Aumenta però la maleducazione di chi butta mascherine e guanti a terra

Si stabilizza la curva dei contagiati da Covid-19, aumentano i dimessi e continua la distribuzione dei buoni spesa e dei pacchi alimentari a sostegno delle famiglie in difficoltà. Il sindaco cormanese Luigi Magistro lancia un appello: "Non gettate a terra mascherine e guanti!".

A Cormano, i residenti positivi al tampone restano 157, con 45 cittadini non più ricoverati negli ospedali e con 36 decessi; da alcuni giorni non ci sono variazioni numeriche. In questa Fase2 prosegue la rete della solidarietà; sono 1.229 i buoni spesa, da 50 euro ciascuno, erogati dai Servizi sociali comunali: 620 bonus cartacei e 609 card digitali, da spendere nei negozi convenzionati della città.

Ne restano ancora 910, che potranno essere richiesti nelle prossime settimane. Non si ferma neppure la Colletta alimentare straordinaria: è prevista una quinta consegna dei pacchi con pasta, biscotti e latte ai 150 nuclei familiari più bisognosi che si stanno cercando di aiutare e sostenere.

Intanto, nei giorni scorsi, ci sono stati abbandoni di mascherine chirurgiche e di guanti monouso in alcune zone della città "come nel parchetto di piazza Berlinguer e sui marciapiedi di via Papa Giovanni XXIII a Cormano - conclude il primo cittadino Luigi Magistro -. Amsa è intervenuta pulendo e sanificando con le lance le zone del nostro territorio dove sono stati buttati questi dispositivi di protezione. Un intervento indispensabile. Ricordo che le mascherine e i guanti possono essere smaltiti correttamente nell’indifferenziata, evitando il degrado urbano e rispettando la sicurezza sanitaria".

Giuseppe Nava