Meteo: ondata di caldo
Meteo: ondata di caldo

Milano - Primi "bollini rossi" per le ondate di calore sul nostro Paese. Secondo il bollettino quotidiano pubblicato dal ministero della Salute, oggi sarà allerta 3, ossia "condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio", per cinque città: Campobasso, Catania, Palermo, Perugia e Rieti, mentre è bollino arancione (ossia allerta 2, "condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione più suscettibili") in altre 9: Bari, Bolzano, Brescia, Frosinone, Latina, Pescara, Reggio Calabria, Roma e Trieste. Nel dettaglio, a Catania è attesa una massima percepita di 37 gradi, a Campobasso, Perugia e Palermo di 36, e a Rieti di 35. Domani l'allerta rossa, oltre alle stesse cinque città, riguarderà anche Pescara (oggi a 34 gradi di temperatura massima percepita) dove si toccheranno i 35 gradi. Le previsioni per la giornata di venerdì dicono che saranno 7 le città con ondate di calore di livello 3: Bari, Campobasso, Catania, Palermo, Perugia, Reggio Calabria e Rieti, con le due città siciliane che raggiungeranno i 38 gradi di massima percepita. Inizia per i cittadini anziani e fragili la stagione più difficile, quella in cui le condizioni climatiche possono rappresentare un grave pericolo per la salute, e per la vita, spesso sottovalutato. 

OGGI

Le previsioni per la Lombardia

REGIONALE

I 10 consigli

Ecco il decalogo salva vita di Senior Italia FederAnziani per far fronte all'emergenza caldo:

  1. Non uscire nelle ore più calde della giornata, ovvero dalle 12 alle 17.
  2. Bere almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno, in modo da reintegrare le perdite quotidiane di sali minerali. Evitare bevande alcoliche, gassate, troppo zuccherate e troppo fredde. Non eccedere con caffè o tè
  3. Consumare pasti leggeri. Preferire pasta, frutta, verdura, gelati alla frutta. Evitare cibi grassi e piccanti.
  4. Arieggiare l'ambiente dove si vive, anche con l'uso di un ventilatore, evitando di esporsi alla ventilazione diretta.
  5. Tenere il capo riparato dal sole.
  6. Indossare abiti leggeri, non aderenti, di colore chiaro e tessuti naturali perché le fibre sintetiche ostacolano il passaggio dell'aria.
  7. Non esporsi al sole in modo prolungato. Se, in seguito a un'eccessiva esposizione, dovesse insorgere mal di testa, fare impacchi con acqua fresca per abbassare la temperatura corporea.
  8. Non restate all'interno di automobili parcheggiate al sole.
  9. Non interrompere le terapie mediche, né sostituire i farmaci che si assumono abitualmente, di propria iniziativa. Consultare sempre il medico per ogni eventuale modifica delle cure che si stanno seguendo.
  10. Se è possibile, è consigliabile andare in vacanza in località collinari o termali.

E infine, l'undicesima e non meno essenziale regola di Senior Italia FederAnziani, rivolta ai familiari, amici, figli, nipoti dei nostri insostituibili 'nonni': "Non lasciateli soli!", è l'invito del Presidente Messina, "State vicino ai nostri senior, ovviamente nel rispetto delle regole di sicurezza che si rendano necessarie nel contesto del Covid.