Grandine
Grandine

E' tempo della (annunciata) svolta meteo: l'anticiclone comincia a scricchiolare sotto la spinta di perturbazioni atlantiche che piomberanno sull'Italia. Ce ne saranno due fino al weekend, poi altre. Già oggi, giovedì 16 settembre, un primo fronte perturbato sta impattando sul Nordovest, sull'arco alpino, in Emilia Romagna e in Toscana, successivamente si estenderà e si intensificherà anche sul Triveneto. Su queste regioni sono attese precipitazioni sotto forma di temporali e locali grandinate e un ulteriore peggioramento del tempo in serata e nottata. Sul resto d'Italia, a parte una diffusa nuvolosità, il tempo sarà più asciutto.

Venerdì 17 settembre la perturbazione abbandonerà il Nord, interessando ancora il Triveneto e al mattino anche la Toscana, scendendo poi su Lazio e Umbria e quindi Marche nel pomeriggio. La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con livello di criticità idrogeologica per temporali di colore giallo valevole dalle 10 alle 22 di domani, venerdì 17 settembre, sulle seguenti zone: Piana Campana, Napoli, isole, area vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Alta Irpinia e Sannio. Sono possibili precipitazioni repentine, e anche molto intense, fortemente localizzate. Tali fenomeni temporaleschi sono difficilmente prevedibili in termini spaziali e temporali poiché caratterizzati da una grande rapidità di evoluzione. Per la zona 1 la Protezione civile segnala precipitazioni anche intense, specialmente al confine con il Lazio. Proprio per la natura di tali fenomeni, anche connessi ai cambiamenti climatici, su tutte le aree interessate, è possibile che, contemporaneamente possano verificarsi, in singoli punti del territorio, anche grandinate, fulmini e raffiche di vento tali da determinare danni alle coperture, caduta di rami o alberi.

E da sabato? Nel corso del weekend giungerà la seconda perturbazione con altre piogge e locali temporali soprattutto al Nord e sull'alta Toscana. Il maltempo si allontanerà definitivamente dall'Italia domenica pomeriggio quando tutto il Paese sarà baciato dal sole salvo più nubi sul Triveneto. Fine settimana decisamente soleggiato invece per il Centro-Sud. Il bel tempo continuerà anche nei primi due giorni della prossima settimana, dopo di che, proprio in concomitanza con l'equinozio (mercoledì 22 settembre), potrebbe irrompere l'autunno con altre piogge e un deciso calo termico.