Una domenica da bagno di folla. Palio e fotografia etica, giorno di fuoco

In mostra gli scatti di 100 fotografi da tutto il mondo. Dalle 15,30 le sfide tra rioni

Una domenica da bagno di folla. Palio e fotografia etica, giorno di fuoco

Una domenica da bagno di folla. Palio e fotografia etica, giorno di fuoco

Una domenica vivace, quella di oggi a Lodi, inserita in un inizio autunno più che ricco, tra eventi per la cittadinanza a festival di livello internazionale. È il secondo giorno di apertura infatti, della quattordicesima edizione del Festival della Fotografia Etica, iniziato ieri e che proseguirà per ogni weekend fino al 29 ottobre proponendo 20 mostre, scatti di quasi 100 fotografi da 40 Paesi diversi e 5 continenti, oltre 700 immagini esposte. "Sono storie uniche, emozionanti ma necessarie", dichiara Alberto Prina, direttore del Festival.

A Palazzo Barni espone le sue immagini il vincitore del World Report Award, l’ucraino Evgeniy Maloletka con il reportage “L’assedio di Mariupol“. "La fotografia credo sia il linguaggio più forte del mondo contemporaneo – dice ancora Prina –; con essa a Lodi la città si contraddistingue a livello globale. È una sfida verso il tempo di oggi che deve coinvolgere tutti i possibili partecipi come gli enti organizzatori, le istituzioni, la cittadinanza ed i visitatori. Ogni fotografo è uno sguardo sul mondo, più di 100 fotografi sono più di 100 occhi sul mondo". La Fondazione comunitaria della Provincia di Lodi, che tra l’altro ha sede a Palazzo Barni, ha anche aperto un fondo per il festival con il quale si possono fare donazioni dal nostro sito; è un fondo che rimarrà per il futuro perché vi è l’idea di un progetto stabile nel tempo.

Altro evento clou della giornata è la trentaseiesima edizione del “Palio di Lodi”, sfida tra i rioni della città per conquistare “el baston de San Bassan”. Ai nastri di partenza si schierano le squadre di Porta Regale, Porta Adda, Università, Colle Eghezzone, Revellino-Campo di Marte, San Bernardo, Sant’Alberto e Lodivecchio. Il programma scatta alle 15.30 con la sfilata dei rioni. Quindi si esibirà in un mini concerto il coro “I mitici angioletti” diretto da Maria Francesca Polli: sono i bambini che hanno cantato nella canzone “Supereroi” portata all’ultimo Festival di Sanremo da Mister Rain. A seguire inizieranno le gare: la “Cursa dei puledrin” (quella dei bambini con i puledrini), la “Gara degli anelli” e il gran finale con la “Cursa dei Cavai”.

Luca Pacchiarini