Un biennio di cantieri. Investimenti per 14 milioni: "Casalpusterlengo è rinata"

L’assessore comunale al Bilancio: abbiamo pensato a interventi mirati. Migliorati l’accesso agli spazi urbani, la socialità e i servizi.

"Investiamo in un’opera di rigenerazione del territorio, capace di migliorare la fruibilità degli spazi urbani e la socialità, implementando i servizi". Piero Mussida, assessore al Bilancio del Comune di Casalpusterlengo, della Giunta di Elia Delmiglio, introduce il report sui 14 milioni di euro investiti dal Comune nel biennio 2023-2024. "Abbiamo cercato di sviluppare interventi diffusi su tutto il territorio, evitando di limitare la rigenerazione su specifiche aree e rispondenti alle diverse esigenze di fruibilità e socialità della cittadinanza: viabilità, rigenerazione dell’ambiente urbano e delle aree verdi, efficientamento degli edifici scolastici, recupero del vecchio ospedale per insediare luoghi dedicati all’assistenza sociale" precisa Mussida. Gli interventi Pnrr valgono 6.967.819 euro "con uno stato di avanzamento del 65%" ribadisce. Per esempio tra lavori già realizzati ci sono l’efficientamento delle scuole e altre manutenzioni, l’intervento sul colatore Brembiolo, la prima parte dei lavori in viale Cappuccini, gli interventi in viale Conciliazione, sugli impianti termici delle scuole e su viale Cappuccini, nel tratto delle scuole. Per quanto riguarda i lavori in corso si contano quelli agli edifici di edilizia residenziale pubblica di via Vanoni, via Chiesa e via Cadorna e altri interventi sulla guaina della scuola Griffini e all’asilo nido, oltre alla digitalizzazione dei servizi.

Per interventi da realizzare con risorse di bilancio comunale e cofinanziamenti di altri enti sono stati investiti 7.092.000 euro, "con uno stato di avanzamento del 60%" aggiunge. I lavori già realizzati sono viale Cappuccini, nel suo primo tratto, la piazza di Zorlesco e la piazza di Vittadone, oltre ai cimiteri. Poi ci sono i lavori in corso: area verde, parcheggi e piste ciclabili della zona ex Samor, il vecchio ospedale, la via Emilia, la strada Mantovana e il collegamento con via Scotti nell’area peep4, più l’asfaltatura del quartiere dell’acquedotto e di alcune vie e la sistemazione dell’illuminazione pubblica. Infine, per quanto riguarda i lavori ad avvio imminente, ci sono il secondo tratto di viale Cappuccini, i portici, piazza Cappuccini e la torre Pusterla. Poi la conclusione: " Questi dati dimostrano come quella promessa di cambiamento della città si sia concretizzata in una generale opera di rigenerazione del territorio, capace sia di migliorare la fruibilità degli spazi urbani e di socialità, sia di migliorare gli spazi di socialità dei cittadini, implementando i servizi a loro favore".