Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 lug 2022
massimiliano saggese
Cronaca
24 lug 2022

Toby, strangolato con le fascette

Il meticcio è stato trovato morto sul retro di una villetta. Salva l’altra cagnolina rimasta nella cuccia. La figlia dei proprietari: "Non credo siano stati dei ladri, non abbiamo notato segni di effrazione"

24 lug 2022
massimiliano saggese
Cronaca

DRESANO (Milano)

di Massimiliano Saggese

Un cane strangolato con una fascetta di plastica nel giardino di una villetta. Forse un tentativo di rapina o un atroce atto di violenza contro gli animali. A fare il macabro ritrovamento è stata Nadia Zanvettor, la figlia dei proprietari, alle 9 di ieri mattina: i genitori erano partiti alcune ore prima, alle 4.30, per le Marche. In quel lasso di tempo qualcuno ha ucciso il cane, Toby, un volpino meticcio di 14 anni. "È stato scioccante. Sono arrivata in giardino e ho visto Toby sdraiato, ho capito che era morto ma non avevo notato le fascette al collo. Ho immediatamente chiamato mio marito, quando è arrivato si è accorto che il cane era stato strangolato con due fascette di plastica unite. Allora abbiamo chiamato i carabinieri. Non credo sia un tentativo di introdursi in casa per rubare, perché l’antifurto era inserito e non abbiamo trovato segni di effrazione, Temo sia un gesto di un folle o di un teppista".

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Melegnano e San Donato Milanese che hanno raccolto la denuncia e stanno seguendo le indagini. "I vicini di casa hanno delle telecamere, da una di queste si vedono due persone che si aggirano con sospetto attorno al giardino della villetta dei miei genitori. Vengono ripresi alle 4.49, poco dopo la partenza dei miei genitori. Un fatto strano, a Dresano a quell’ora non c’è anima viva in giro". Toby è stato trovato morto sul retro della villetta (che affaccia su via del Pino), nella casa ci sono due cani. La femmina, Chiara, probabilmente è stata risparmiata perché non è uscita dalla cuccia.

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Dresano, Nicola Infante: "Purtroppo è successo un fatto di cui mai avremmo voluto parlare. Qualcuno, senza cuore, è entrato in una proprietà privata e in maniera cruda e spregevole ha tolto la vita a un piccolo amico a quattro zampe. Come amministrazione condanniamo con forza tale gesto indicibile e assicuriamo massimo supporto alle forze dell’ordine affinché venga fatta piena luce su questa tristissima vicenda. Con la polizia locale siamo in costante contatto con i carabinieri. Anche con la famiglia, vittima di questa bruttissima storia".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?