Quotidiano Nazionale logo
18 gen 2022

Salva la tradizione della trippa: in dono 150 porzioni simboliche

Annullata per il rischio Covid la distribuzione in piazza dalle cucine dell’istituto Clerici uscirà lo stesso “buseca“ calda

La delegazione dell’Unione artigiani ieri con il vescovo Maurizio Malvestiti
La delegazione dell’Unione artigiani ieri con il vescovo Maurizio Malvestiti
La delegazione dell’Unione artigiani ieri con il vescovo Maurizio Malvestiti

Sono 150 le porzioni di trippa per il giorno di San Bassiano che domani verranno distribuite dalla Pro loco di Lodi a quattro realtà del territorio (Croce Rossa, vigili del fuoco di Lodi, militari in servizio per i tamponi al Parco tecnologico e la comunità di Campo di Marte). A cucinare la “buseca“ sarà lo chef Aldo Fedele, insieme agli studenti di quarta e quinta del corso di Cucina del Clerici di Lodi. A coordinare l’attività il presidente della Pro loco Ettore Cattani e l’Accademia Italiana della Cucina. Confermata quindi, anche per San Bassiano 2022, il secondo con la pandemia, l’assenza della consueta distribuzione della trippa sotto il municipio. Intanto, ieri, come da ormai 40 anni, l’Unione artigiani ha fatto visita al vescovo di Lodi per gli auguri del nuovo anno e in attesa della festa patronale. In dono a monsignor Maurizio Malvestiti è stata portata la ceramica “La magia di un abbraccio“ realizzata dalla ceramica Vecchia Lodi di Angelo Pisati. "Anche quest’anno ha regnato molta confusione che ha innescato sfiducia, paure e dubbi, ma l’ottimismo e la passione ci convincono ad aprire la bottega ogni mattina – ha detto il segretario dell’Unione artigiani, Mauro Sangalli -. Noi come associazione abbiamo cercato di svolgere al meglio il nostro ruolo, sindacale e sociale, vicini a imprese e famiglie".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?