Ordinanza “movida serena”: a Codogno al via nel test del primo week-end. Le regole

Previsto l’obbligo di personale all’esterno dopo una certa ora. I limiti maggiori ai locali con erogatori automatici di bevande

Il sindaco di Codogno Francesco Passerini "Il nostro è l’unico provvedimento del genere in tutta la zona"

Il sindaco di Codogno Francesco Passerini "Il nostro è l’unico provvedimento del genere in tutta la zona"

Codogno (Lodi) – Ordinanza “movida serena“ al via nel test del primo week end, dopo che il sindaco Francesco Passerini ha firmato, alcuni giorni fa, il testo con il quale si obbligano gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande a garantire personale esterno dopo una certa ora (alle due e alle tre di notte). "Si tratta dell’unico provvedimento del genere esistente in zona ed è frutto della collaborazione e dell’intesa tra ente pubblico ed associazioni di categoria" ha detto il primo cittadino.

Più pesanti però sono le restrizioni previste per gli erogatori automatici di bevande (a Codogno ce ne sono due in centro) per i quali lo stop all’attività potrebbe scattare già dalle 22, qualora i titolari delle rivendite non riuscissero a garantire una presenza fissa, appunto, dopo quell’orario.

D’altronde l’estate codognese con tutti gli appuntamenti è ormai alle porte e il comune vuole coniugare sicurezza e libertà di divertimento. Per esempio, la Codogno Beer Festival è dietro l’angolo e caratterizzerà due fine settimana, dal 16 al 19 maggio e dal 23 al 26 maggio, mentre è in calendario anche l’iniziativa Rocking You 4 in 1 con la partecipazione straordinaria di Maurizio Solieri, chitarrista storico di Vasco Rossi per oltre trent’anni.

Poi si attendono gli ultimi dettagli organizzativi per definire il ricco programma della Notte Bianca che quest’anno si terrà il 6 luglio prossimo: uno dei momenti clou della serat,a sarà il concerto del gruppo Dirotta su Cuba in piazza Cairoli, ma le sorprese, dicono gli organizzatori, saranno molte di più.