Obiettivo decoro urbano e vivibilità. Potature anti-caduta, strade rifatte

San Rocco al Porto ha investito 10mila euro per sistemare le piante che non avrebbero retto all’inverno. Guardamiglio ha rimesso a nuovo il tratto alberato di via Roma, danneggiato dalle radici in superficie.

Obiettivo decoro urbano e vivibilità. Potature anti-caduta, strade rifatte
Obiettivo decoro urbano e vivibilità. Potature anti-caduta, strade rifatte

SAN ROCCO AL PORTO (Lodi)

Sicurezza a San Rocco al Porto e Guardamiglio, i Comuni intervengono su verde pubblico e strade. L’Amministrazione sanrocchina di Matteo Delfini considera il verde pubblico di particolare valenza strategica sia sotto il profilo del decoro urbano che della vivibilità del contesto cittadino. Vengono quindi eseguiti periodicamente sopralluoghi per valutare interventi e risolvere eventuali criticità.

E proprio in seguito ad alcune verifiche è emersa la necessità di effettuare alcuni lavori di potatura nei seguenti punti del paese: via I Maggio (potatura di un carpino, 13 bagolari, un tiglio, un’acacia, un olmo); piazza della Vittoria (potatura di un faggio); Parco di via Leonardo (potatura di 4 aceri, abbattimento di un carpino); via Falcone (potatura di 14 carpini); Centro di raccolta comunale (potatura siepe di leilandi).

È stato quindi deciso di affidare i lavori alla ditta Fasoli Antonio di Santo Stefano Lodigiano, a fronte di un investimento complessivo di quasi diecimila euro. Intervenendo ora, visto che è iniziato l’inverno, si garantirà una migliore sicurezza delle piante a rischio caduta, soprattutto in caso di abbondanti precipitazioni o vento.

A Guardamiglio invece sono appena stati ultimati i lavori sulla strada principale della località. Il sindaco Elia Bergamaschi annuncia le ultime novità: "Sono stato completati i lavori di sistemazione del tratto alberato di via Roma. Interventi necessari in quanto i filari di piante, messi a dimora ormai trent’anni fa, avevano danneggiato irrimediabilmente, con le loro radici sviluppatesi in superficie, sia il manto stradale sia la cordolatura e la pavimentazione dei marciapiedi".

Il Comune non ha quindi potuto evitare l’intervento: "Si è pertanto dovuto procedere all’abbattimento degli alberi, alla demolizione dei marciapiedi, al risanamento del fondo pedonale e stradale, alla creazione di nuovi spazi idonei destinati alla piantumazione di peri da fiore, al rifacimento dell’asfalto e di parti di pavimentazione pedonale in porfido, com’era in origine. Non è stato eseguito l’intervento sul lato ex Consorzio, che verrà però messo in sicurezza, in quanto il progetto approvato del Piano di lottizzazione dell’area ex prevede, sullo stesso tratto, una strada parallela a via Roma che permetterà l’ingresso nel piano di lottizzazione stesso. Ora l’importante via del paese è in ordine".