La Green Way crollata. Lo Staffora in piena ha ingoiato l’asfalto tra Voghera e Varzi

Il presidente della Provincia: puntiamo al ripristino per la stagione estiva

BAGNARIA (Pavia)

"Stiamo lavorando in queste ore con la Regione per quantificare il danno nonché garantire la fruibilità del tratto danneggiato per la stagione estiva". Giovanni Palli, presidente della Provincia di Pavia oltre che della Comunità Montana Oltrepò Pavese e sindaco di Varzi, non può ancora fare previsioni sui costi né ipotesi sui tempi di ripristino, ma anticipa l’obiettivo di fare in fretta per sistemare il tratto di Greenway crollato domenica nel territorio di Bagnaria, appena prima di Varzi. Le abbondanti precipitazioni hanno ingrossato il torrente Staffora tanto fargli letteralmente ingoiare un tratto della lingua d’asfalto lunga complessivamente 33 chilometri che collega Voghera a Varzi, percorrendo l’ex ferrovia parallela alla Statale 461.

Già ieri i molti curiosi che volevano vedere da vicino la voragine creata dalla frana potevano comunque percorrere il resto della Greenway, portandosi sulla Statale, rimasta sicura e interamente percorribile, solo nel tratto della pista ciclopedonale chiuso con le transenne, per evitare di avvicinarsi troppo al punto del crollo.

"La colpa è della scarsa manutenzione del letto del torrente Staffora – commentano due frequentatori abituali che anche ieri da Varzi si sono recati sul posto per vedere il danno con i loro occhi – Lì a fianco c’è pieno di arbusti e detriti che hanno fatto deviare il corso del torrente in piena, che è andato a erodere il terreno sotto al tratto della Greenway franata". Un’osservazione condivisa anche dal presidente provinciale: "Quello che è successo sulla Greenway – dice infatti Palli – ha confermato quanto possano essere pericolose le fasi di piena dello Staffora, mettendo in evidenza l’urgenza di una profonda azione di pulizia dell’alveo del torrente e l’attivazione di una manutenzione costante da parte della Regione. Stiamo lavorando fianco a fianco con Palazzo Lombardia per attivare un intervento straordinario di pulizia e regimentazione del torrente. È necessario e urgente un intervento decisivo di pulizia dello Staffora e di difesa spondale lungo tutto il suo percorso per tutelare le infrastrutture che ogni volta sono messe in pericolo dal maltempo".

Anche più a valle del crollo di domenica della Greenway, sempre lo Staffora sta continuando a creare problemi al ponte di via Piacenza a Voghera, chiuso precauzionalmente a ogni piena in attesa dei programmati interventi che possano mettere in sicurezza l’attraversamento di uno snodo cruciale per la viabilità.