Il temporale sui binari causa guasti. Treni fermi di prima mattina fino all’arrivo dei convogli speciali

Nel tratto tra la stazione di Castelleone e quella di Madignano la Cremona-Crema-Treviglio si conferma una linea da incubo.

Il temporale sui binari causa guasti. Treni fermi di prima mattina fino all’arrivo dei convogli speciali

Ritardi di quasi un’ora si sono ripercossi sugli spostamenti dei pendolari Un inconveniente che sta diventando consuetudine

Violento temporale con grandinata, ieri poco prima dell’alba, che fortunatamente non ha provocato danni a persone o cose su gran parte del Cremasco. Ma la situazione si è fatta critica per la quantità d’acqua scesa in pochi minuti, dalle cinque alle sei di mattina. Quantità estremamente ingente, tanto che da invadere la sede dei binari e provocare guasti nel tratto dalla stazione di Castelleone a quella di Madignano, che alle 5.30 è andato completamente in tilt, fermando la circolazione dei treni.

Ben presto è apparso evidente che per riparare i guasti ci sarebbe voluto del tempo e Trenord ha istituito un convoglio speciale, partito alle 5,51 da Cremona per Treviglio. Il diretto 10604 delle 6,04 sempre da Cremona per Milano Certosa si è fermato a Castelleone e non è arrivato a Crema alle 6.44, mettendo in difficoltà anche gli studenti delle superiori che utilizzano il treno per raggiungere la città. Sulla linea si sono registrati ritardi di quasi un’ora, che si sono ripercossi sul traffico dei pendolari che deve raggiungere Treviglio e poi Milano. Nessuno è riuscito ad arrivare in ufficio in orario e non pochi sono quelli che hanno rinunciato alla giornata di lavoro.

Un inconveniente che sta rischiando di diventare consuetudine e che erode gli stipendi dei lavoratori. Quando non sono i passaggi a livello ad andare in tilt, ci si mette un vecchio locomotore oppure un guasto della linea. E tutto questo fa della Cremona-Crema-Treviglio una delle linee peggiori della Lombardia. Ulteriore beffa per i pendolari, lo stop da questo mese del bonus mensile sugli abbonamenti per i ritardi delle varie linee. Questo infatti non sarà più automatico ma dovrà essere richiesto di mese in mese dal viaggiatore, affrontando un’apposita procedura.

P.G.R.