I carabinieri di Sant'Angelo

Sant’Angelo, 11 giugno 2019 - Minacciano con uno sgabello e mordono a un braccio la guardia del Famila per fuggire prodotti rubati, finiscono nei guai per rapina aggravata. Un 18enne italiano di Sant’Angelo, un 25enne marocchino di Pavia e una 17enne risponderanno in concorso per rapina aggravata. Questo perché accusati di aver cercato di portare via, reagendo a un controllo, 200 euro di prodotti non pagati dal supermercato Famila. Merce nascosta in una borsa. Quando la sorveglianza dell’esercizio commerciale, insospettita, ha fermato la 17enne, per liberarla gli altri due uomini hanno reagito. Uno di loro ha brandito uno sgabello urlando minacce. Infine l’addetto è stato morso un braccio. A seguire la fuga, con la refurtiva, composta da alimentari e integratori, abbandonata in posto. Dopo una breve indagine i carabinieri di Sant’Angelo e Tavazzano hanno poi identificato e denunciato per rapina aggravata i tre giovani. Solo il 25enne era noto alle forze dell’ordine.