Vende online una macchina fotografica rubata: incastrato dai poliziotti che si fingono acquirenti

Lodi, denunciato per ricettazione un autotrasportatore. L’apparecchio era stato rubato a una ragazza all’Autogrill La Pioppa Est. Lei stessa aveva trovato l’annuncio sul web

La fotocamera rubata alla ragazza

La fotocamera rubata alla ragazza

Lodi, 1 dicembre 2023 – Denuncia il furto di una costosa fotocamera, subìto nell’area di servizio. Poi la trova in vendita online. La vicenda finisce con la denuncia di un autotrasportatore per ricettazione.

Il 14 novembre una ragazza di Lodi aveva chiesto aiuto in Questura. “Ieri sera - aveva spiegato- tra le 22.15 e le 22.45, all’Autogrill La Pioppa Est della A14, in direzione Milano, mi sono fermata con il mio compagno per una sosta e dopo qualche istante mi sono resa conto di aver dimenticato la borsa in bagno”. Una svista fatale dato che, nel frattempo, qualcuno le aveva sfilato dalla custodia e rubato una fotocamera dal valore di 1.600 euro.

Alcuni giorni dopo la ragazza, che nel frattempo aveva continuato a cercare la fotocamera, era tornata in Questura, denunciando di aver trovato la propria macchina fotografica in vendita al prezzo di 1.300 euro. La vendita era pubblicizzata in un annuncio su un noto portale online.

Nel dubbio, la ragazza si era fatta inviare dal venditore una foto con il numero seriale della fotocamera, constatando immediatamente che si trattava esattamente della sua macchinetta. Poi si era rivolta agli agenti. La polizia si è quindi messa subito all’opera per rintracciare il venditore. La squadra mobile ha preso contatti e finto interesse per l’acquisto della macchina fotografica, accordandosi per la vendita. All’appuntamento, organizzato al casello di Lodi nelle prime ore del mattino di mercoledì 22 novembre, si è presentato un uomo, italiano di cinquant’anni, residente nella provincia di Vibo Valentia, autotrasportatore e che, convinto di concludere l’affare, ha consegnato la fotocamera, risultata rubata pochi giorni prima, ai poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Lodi.

Per lui è però scattata una denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Lodi e ora l’indagato risponderà dell’accusa di ricettazione. La fotocamera, intanto, è stata restituita alla legittima proprietaria. Fortunatamente era ben tenuta e ancora perfettamente funzionante. Tutto si è quindi risolto per il meglio.