Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
11 giu 2020
carla parisi
Cronaca
11 giu 2020

Progetto 'Shield19', visiere stampate in 3D contro il coronavirus

Lo strumento lanciato da Yatta! e supportato dal progetto Digita.Lo di cui il Comune di Lodi è capofila

11 giu 2020
carla parisi
Cronaca
Uno dei destinatari delle visiere
Una delle visiere stampate in 3D
Uno dei destinatari delle visiere
Una delle visiere stampate in 3D

Lodi, 11 giugno 2020 - Tecnologia e intraprendenza possono dare un contributo fondamentale nella gestione dell' emergenza Covid. Lo dimostra l'esito positivo dell' iniziativa "Shield19", lanciato dal marketspace milanese Yatta! e supportato dal progetto Digita.Lo , di cui il Comune di Lodi è capofila, finalizzato alla distribuzione di visiere protettive stampate in 3D a quelle categorie particolarmente a rischio di esposizione al virus, come operatori sanitari, volontari e ai lavoratori che hanno garantito servizi essenziali durante l'emergenza, bisognosi quindi di una protezione aggiuntiva rispetto alle mascherine. I dispositivi sono stati realizzati grazie a stampanti 3D messe a disposizione dal Consorzio per la formazione professionale e per l'educazione permanente del capoluogo e da cinque cittadini privati di Lodi, Lodi Vecchio, Cremona, Pavia e Milano.

Il numero totale di visiere distribuite fino ad oggi, rendono noto dal Broletto, è pari a 403 unità , un risultato soddisfacente secondo l'assessora alle Politiche giovanili Giusy Molinari , che ha commentato: "Il progetto di Yatta! è subito stato accolto con favore dall’Amministrazione comunale nella convinzione che nella fase più acuta  dell’emergenza fosse importante fornire protezioni adeguate agli operatori sanitari delle realtà assistenziali della nostra città e dei lavoratori che hanno continuato a garantire, anche con rischio  personale, i servizi essenziali per i cittadini. Ringrazio i dipendenti del nostro Informagiovani che nelle scorse settimane hanno raccolto le ordinazioni provenienti dal territorio e i ragazzi che svolgono in Comune il Servizio civile che si sono resi disponibili ad assemblare le visiere”. Il sostegno del Comune non è stato solamente organizzativo: il Broletto ha infatti erogato un contributo di 1000 euro per acquistare i materiali necessari alla realizzazione delle visiere, ossia fogli acetati, elastici e filamenti per la stampa in 3D. I dispositivi sono stati distribuiti a Lodi ai dipendenti del Comune (Servizi sociali, Ufficio di Piano, Biblioteca Comunale), alle RSA Santa Savina Comune e Santa Chiara, alla Polizia Locale, al Consorzio per la formazione professionale e per l’educazione permanente, alla Fondazione Stefano e Angela Danelli e alle cooperative Il Mosaico e Famiglia Nuova; altri invece sono stati consegnati al Centro Medico Sport Education Team e alla Protezione Civile e alla Polizia Locale di Lodi Vecchio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?