Aperta la corsa per l'ammissione ai cinque collegi universitari di Pavia: borse di studio e costi

A Pavia ci sono 5 collegi universitari di merito che offrono oltre mille posti in 18 città. I beneficiari di borse di studio sono circa 238mila, con costi medi compresi tra i 5.500 e i 7mila euro. Nel 2022 le richieste di ammissione sono aumentate del 30%, con un 50% di studenti in corsi di laurea in area Stem.



Aperta la corsa per l'ammissione ai cinque collegi universitari di Pavia: borse di studio e costi

Aperta la corsa per l'ammissione ai cinque collegi universitari di Pavia: borse di studio e costi

Sono aperti i bandi di ammissione ai 57 collegi universitari di merito italiani (cinque sono a Pavia: Ghislieri, Borromeo, Santa Caterina e ora anche il Volta) che per l’anno accademico 2023-24 mettono a disposizione oltre mille posti in 18 città universitarie.

Per gli studenti che accederanno ai collegi Pavia è la città campus con 17 strutture e più di mille borse di studio garantite, oltre che dai collegi, dagli enti con cui sono stati stretti accordi: l’Inps ne ha previste, oltre alle riconferme di quelle assegnate negli anni precedenti, altre 477 per studenti, figli di dipendenti e pensionati pubblici; e Fondazione Enpam ne mette a disposizione altre 30 per i figli di medici o dentisti iscritti che supereranno l’ammissione. A queste si aggiungono le oltre 3mila borse di studio erogate direttamente dai collegi per gli studenti che sono stati ammessi negli anni precedenti. In Italia sono 1,9 milioni gli universitari e 450mila circa vivono fuori sede a fronte di circa 50mila posti disponibili nelle residenze universitarie. I beneficiari di borse di studio sono circa 238mila.

Circa 400mila ragazzi vivono in appartamento con costi compresi tra i 7mila e 9.500 euro all’anno (alloggio, vitto, utenze, Internet) in aumento di almeno il 13% rispetto al 2021. Un anno in un collegio di merito, invece, tenendo conto che oltre il 70% dei collegiali riceve borse di studio erogate da queste strutture, che coprono dal 30 al 100% delle spese, ha un costo medio rimanente a carico dei ragazzi compreso tra i 5.500 e i 7mila euro (inclusi percorso formativo personalizzato, vitto, alloggio, utenze, Internet, utilizzo dei luoghi di studio e svago interni alle strutture).

Nel 2022 i collegi hanno registrato un aumento delle richieste di ammissione del 30%. Il 50% dei collegiali segue corsi di laurea in area Stem, a fronte di una media nazionale del 26,8%.

M.M.