Carenza di personale nel carcere di Lodi, Lorenzo Guerini incontra agenti e detenuti: “Mi impegnerò per migliorare la situazione”

Il deputato lodigiano ed ex sindaco in visita nella struttura per rendersi conto anche dei problemi infrastrutturali

La visita nel carcere di Lodi dell'onorevole Guerini

La visita nel carcere di Lodi dell'onorevole Guerini

Lodi, 4 marzo 2024 – Il deputato lodigiano Lorenzo Guerini (PD), già sindaco di Lodi, è stato in visita alla Casa Circondariale di Lodi. L'onorevole Guerini è stato accolto dalla direttrice Annalaura Confuorto e dalla comandante della Polizia Penitenziaria Simona Di Cesare, che hanno introdotto la visita illustrando le attività condotte e varie questioni che interessano la situazione del carcere di Lodi. "Ho avuto modo di essere aggiornato sulle iniziative messe in atto all'interno della struttura, anche grazie alla preziosa collaborazione con realtà del volontariato e mi sono state illustrate problematiche che sono presenti: sia quelle legate alla carenza di personale che alla necessità di alcuni interventi infrastrutturali" spiega Guerini stesso.

Il deputato lodigiano, durante la visita, ha incontrato il personale amministrativo e gli agenti della Polizia Penitenziaria: "Ho constatato la grande professionalità e lo spirito di servizio del personale che opera nella struttura, pur con le difficoltà, comuni purtroppo in altre realtà simili a quella della nostra città, connesse alla già richiamata cronica carenza di personale, con numeri largamente inferiori agli organici, già scarsi, previsti".

Particolarmente significativi sono stati i racconti delle attività dei detenuti incontrati. "Ho avuto la possibilità di conoscere il lavoro che stanno facendo alcune persone detenute, occasione per me davvero preziosa di conoscenza". Al termine della visita, Guerini ha assicurato "pieno impegno per  contribuire ad affrontare, anche attraverso un'utile interlocuzione col Ministero della Giustizia, alcuni dei problemi evidenziati, a partire dalle carenze del personale e dalle già note esigenze di alcuni interventi sulla struttura".