Il preside Pasquale Aprea (Studio Sally)
Il preside Pasquale Aprea (Studio Sally)

Vittuone /Milano), 30 novembre 2017 - Anche gli insegnanti sbagliano e quando accade può scoppiare la polemica. Lo sa bene la maestra di sostegno della scuola elementare Gramsci, di Vittuone, che correggendo il compito di un bambino ha messo la crocetta rossa sulla parola zebra, perché a suo dire mancava una "b".

La notizia ha fatto presto il giro del paese grazie a un genitore che l’ha resa nota e sta spopolando sul web. «All’inizio mi avevano parlato di una serie di errori dell’insegnante – racconta il preside, Pasquale Aprea – Così ho passato due giorni a controllare i quaderni di tutta la classe. In realtà quello della “zebbra” è l’unico errore della supplente. Davvero tanto rumore per una sciocchezza. Tutti possono sbagliare. L’estate scorsa, in occasione della maturità, sul sito Miur scrissero tracce con la "i” e non vi fu tutto questo rumore. Mi spiace poi che a sollevare questo polverone non siano stati i genitori dell’alunno diversamente abile, che anzi sono soddisfatti di come la maestra sia entrata in sintonia con il figlio e hanno chiesto di non prendere provvedimenti, ma un papà della classe. La nostra scuola ha ottimi insegnanti – conclude il preside – che portano avanti progetti importanti, che non devono passare in secondo piano per un errore isolato".