Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Via Menotti, un piano con meno cemento

La proposta di Legnano Patrimonio ha ottenuto parere positivo dalla giunta: la società in liquidazione venderà poi l’area

paolo girotti
Cronaca
L’ex piattaforma ecologica tra via Menotti e viale Sabotino sarà oggetto di trasformazione
L’ex piattaforma ecologica tra via Menotti e viale Sabotino sarà oggetto di trasformazione
L’ex piattaforma ecologica tra via Menotti e viale Sabotino sarà oggetto di trasformazione

di Paolo Girotti

Via libera, almeno per quanto riguarda il parere preventivo, al progetto che porterà alla vendita dell’ampia area verde tra viale Sabotino e via Menotti, proprietà di Legnano Patrimonio, la società di cartolarizzazione del Comune nata nel 2008 e che oggi, in liquidazione, per chiudere definitivamente i battenti, ha la necessità di disfarsi di quest’ultimo terreno e dei debiti contratti strada facendo.

A segnare un passaggio fondamentale è stata la discussione tra i proponenti (la Legnano Patrimonio che ha “mediato“ la soluzione ipotizzata da un possibile, futuro acquirente del lotto) e il Comune a proposito del progetto che qui potrebbe trovare spazio, condizione necessaria per arrivare poi alla vendita.

Rispetto al progetto iniziale presentato alla fine del 2021, è previsto l’azzeramento delle residenze, la riduzione a poco più di un quinto delle volumetrie realizzabili e cessione a titolo gratuito al Comune di oltre 11mila 500 metri quadrati, pari al 43% della superficie dell’intero lotto: questi i tre aspetti che il Comune ha ritenuto qualificanti nel piano attuativo su cui Legnano Patrimonio ha ottenuto il parere positivo della giunta.

Rispetto alla parte edificata, il piano contemplerà la realizzazione di due edifici commerciali, uno di generi alimentari con superficie di vendita di 1.500 mq, e uno di articoli non alimentari di 800 metri quadrati. Per entrambi gli edifici ingresso e uscita saranno su via Menotti. La superficie commerciale comprensiva dei magazzini è di 3mila metri quadrati; 130 i posti auto, mentre la superficie a verde è pari a 1.500 metri quadrati.

Il piano attuativo prevede poi la cessione a titolo gratuito al Comune di circa 11mila 650 metri quadrati su un lotto di 26mila 665 metri quadrati. Tra le opere previste figurano gli interventi di riqualificazione di viale Sabotino, nel tratto fra via D’Azeglio e via Menotti, con la realizzazione della pista ciclabile, della fascia a verde di mitigazione e dello spartitraffico centrale; opera, quest’ultima, prevista dallo studio di fattibilità del Comune datato 2014.

Trovato questo accordo preventivo su ciò che sarà possibile fare nell’area, sarà la stessa Legnano Patrimonio a eseguire le procedure che dovranno portare alla cessione dell’area, a soddisfare i creditori e a concludere la travagliata storia della società di cartolarizzazione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?