Un sacerdote positivo e altri – tutti asintomatici e negativi al tampone – che concludono invece oggi la quarantena: la pandemia da Covid-19 ha colpito anche la parrocchia legnanese di san Magno ed è questa la situazione creatasi negli ultimi giorni dopo che uno di loro (poi risultato positivo), lunedì 19 ottobre...

Un sacerdote positivo e altri – tutti asintomatici e negativi al tampone – che concludono invece oggi la quarantena: la pandemia da Covid-19 ha colpito anche la parrocchia legnanese di san Magno ed è questa la situazione creatasi negli ultimi giorni dopo che uno di loro (poi risultato positivo), lunedì 19 ottobre aveva avvertito i primi sintomi. Si tratta dello stesso sacerdote che il giorno precedente aveva tenuto le comunioni alla parrocchia di San Magno, e che sabato 24 è stato dunque sostituito da un sacerdote esterno per il nuovo appuntamento con i ragazzi di quinta elementare.

"Verificata la situazione non abbiamo potuto fare altro che avvertire l’Ats della situazione e dei possibili contatti avuti dal sacerdote nei due giorni precedenti, mettendo in pratica per quanto ci riguarda isolamenti e quarantene, come dall’autorità sanitaria – spiega oggi don Angerlo Cairati, prevosto di Legnano pure lui in quarantena –. Saputo della positività e al di là del compito affidato dell’autorità sanitaria, abbiamo avvertito anche noi in prima persona le famiglie. Non abbiamo certo nascosto nulla, dando comunicazione della positività del nostro sacerdote anche durante la messa di domenica scorsa". Ci sarebbero anche delle fotografie che mostrano alcuni momenti "di leggerezza" da parte del sacerdote positivo al tampone, ritratto in alcune foto dopo la celebrazione delle comunioni senza mascherina e con i ragazzi vicino.

La valutazione sul possibile effetto che questi pochi momenti non protetti posso aver avuto su potenziali contagi da tenere sotto controllo spetta agli organi sanitari.