Magenta, all'unanimità la mozione sulle scuole: “Servono interventi di manutenzione”

Troppi disagi e gli studenti non ne possono più: il sindaco Luca Del Gobbo si farà parte attiva presso Città metropolitana di Milano

Il Liceo Bramante di Magenta
Il Liceo Bramante di Magenta

Magenta (Milano), 30 novembre 2023 –  Nel consiglio comunale di mercoledì 29 novembre passa all’unanimità la mozione presentata dalla lista civica “Luca Del Gobbo sindaco di tutti” con grande soddisfazione per il consigliere Alessio Cofrancesco che l'ha presentata dopo le proteste di queste settimane da parte degli studenti.

Le questioni sono quelle relative ai termosifoni, bagni, acqua nelle aule, sporcizia, tetti pericolanti, buchi nei muri. Laboratori e mancanza di materiale, muffa e crepe.

"Alla Lista "Luca Del Gobbo" quello di giovani e studenti è da sempre un tema che sta a cuore, così come il diritto allo studio. E’ per questo che abbiamo presentato una mozione con cui, grazie al nostro sindaco Luca Del Gobbo che si farà parte attiva presso Città metropolitana di Milano, cercheremo di definire tempistiche e modalità di interventi di manutenzione che permettano di risolvere le problematiche del nostro Liceo Scientifico Bramante.

Con uno sguardo di collaborazione e per il bene di questi studenti abbiamo accettato l’emendamento proposto dai colleghi del PD, (includendo anche l’istituto Leonardo Da Vinci e il Liceo Quasimodo) permettendo a questa mozione di essere votata all’unanimità e dare più voce e più forza al nostro sindaco verso Città Metropolitana di Milano, la quale, da troppo tempo permette agli studenti di Magenta e del territorio la frequentazione di un contesto scolastico del tutto inadeguato ed in aperta violazione del loro diritto allo studio".

Poi prosegue: "Penso che le richieste di questi studenti siano più che legittime, per questo presentare questa mozione ci è sembrata una modalità corretta per essere al fianco di questi studenti. Ora la palla passa a Città Metropolitana di Milano e alla sua Amministrazione, quella del partito democratico. Riusciranno almeno questa volta a non rimanere indifferenti?"