I soccorritori intervenuti nel tratto vicino alla stazione appena fuori dal centro abitato
I soccorritori intervenuti nel tratto vicino alla stazione appena fuori dal centro abitato

Magenta (Milano), 25 novembre 2021 -  È stato trasferito all’ospedale Niguarda di Milano il ragazzo di 25 anni trovato ferito l’altra sera vicino ai binari della linea ferroviaria Milano-Novara, all’altezza di Magenta. Aveva un trauma alla mano e altre lesioni non gravi su varie parti del corpo. Sicuramente incompatibili con un eventuale investimento. I carabinieri di Magenta coadiuvati dal comando di Abbiategrasso, sulla base di questi elementi, hanno escluso tale ipotesi. Le ferite riportate dal 25enne erano antecedenti all’arrivo del convoglio. Il macchinista , accortosi della presenza di una persona vicino ai binari mentre transitava dalla frazione di Pontenuovo, ha arrestato il convoglio allertando i soccorsi. È una zona a ridosso delle abitazioni e confinante con l’altra frazione di Pontevecchio. Molti residenti hanno sentito il via vai di mezzi di soccorso, arrivati con ambulanza, automedica e vigili del fuoco. Il giovane è stato sottoposto alle prime medicazioni e trasferito al Niguarda con il codice giallo. Non è in pericolo di vita. Le indagini stanno continuando. Il ragazzo risulta essere residente a Melegnano. Non era in stato confusionale e non aveva alcun intento autolesionistico. Ma come è finito in quel punto, tra le boscaglie che circondano i binari ad un paio di chilometri dalla stazione magentina? Una domanda che potrebbe rimanere senza risposta. Probabilmente era nella zona per svolgere alcuni lavori. Forse si è ferito camminando in quel tratto dove potrebbe essere facilmente inciampato. Poco distante da quel punto, non molto tempo fa, veniva segnalata la presenza di consumatori di stupefacenti che si recavano ad incontrare il loro pusher. Le indagini però escluderebbero una eventuale lite. Naturalmente il treno rimasto fermo lungo i binari ha causato un rallentamento lungo tutta la linea ferroviaria Milano-Novara. Senza particolari disagi per i pendolari perché il fatto è avvenuto alle 20 quando il flusso di lavoratori e studenti è ormai ridotto. I disagi sono perdurati per un paio di ore.