La città esce finalmente dall’emergenza legata alla terza ondata e guarda con speranza al futuro. Secondo il comune di Legnano diminuisce nettamente anche il numero di legnanesi ricoverati con Covid: domenica erano 13, contro i 23 della settimana scorsa. Pochissimi casi se si considera che...

La città esce finalmente dall’emergenza legata alla terza ondata e guarda con speranza al futuro. Secondo il comune di Legnano diminuisce nettamente anche il numero di legnanesi ricoverati con Covid: domenica erano 13, contro i 23 della settimana scorsa. Pochissimi casi se si considera che Legnano è una città di oltre 60mila abitanti. Resta gigantesco il divario del tasso di ricoverati per 100mila abitanti della città che secondo alcune stime è di un terzo inferiore al tasso di occupazione ospedaliero della Lombardia: 21,5 contro 68 di quello regionale. Secondo gli esperti un trend che continua da mesi e che vede la zona del legnanese negli ultimi quattro mesi, nettamente inferiore al resto della regione come numeri di contagiati e di ricoverati. Divario iniziati il 20 novembre quando le curve dei ricoveri hanno iniziato a prendere strade differenti. Lo stesso non si può dire per i contagi con un tasso più o meno simile, ma con Legnano che risulta comunque sempre sotto la media regionale. Per gli indicatori dei nuovi contagi settimanali su 100mila abitanti Legnano segna 117, Lombardia 158 e Italia 170. Quindi sui numeri della pandemia Legnano è migliore della media nazionale. Maurizio Casalena, dalla pagina Fb "Legnano e l’emergenza covid" spiega: "Da qui a fine maggio saranno 7 settimane decisive: se il piano vaccinale procede senza intoppi, e contemporaneamente riusciamo ad abbattere la diffusione del virus, possiamo davvero sperare in uno scenario estivo favorevole".

Ch.S.