La visita del prefetto di Milano. Sicurezza, legalità e trasporti le priorità nel dialogo con i sindaci

Ecco i temi principali emersi nell’incontro di Sgaraglia con i primi cittadini di 21 Comuni dell’Alto Milanese

La visita del prefetto di Milano. Sicurezza, legalità e trasporti le priorità nel dialogo con i sindaci

La visita del prefetto di Milano. Sicurezza, legalità e trasporti le priorità nel dialogo con i sindaci

Il necessario potenziamento della rete di trasporto pubblico locale, il lavoro sulla sicurezza e la legalità, ma anche le difficoltà su alcuni progetti specifici del Pnrr: sono questi i temi principali emersi ieri mattina in occasione della prima visita a Legnano del Prefetto Claudio Sgaraglia, che fin dal momento del suo insediamento, avvenuto a fine 2023, si è impegnato a conoscere e approfondire le peculiarità e le esigenze delle comunità del territorio milanese. Il Prefetto ha incontrato nella Sala degli Stemmi di Palazzo Malinverni il sindaco Lorenzo Radice e i primi cittadini degli altri 21 Comuni della zona dell’Alto Milanese: Arconate, Bernate Ticino, Buscate, Busto Garolfo, Canegrate, Castano Primo, Cerro Maggiore, Cuggiono, Dairago, Inveruno, Magnago, Nerviano, Nosate, Parabiago, Rescaldina, Robecchetto con Induno, San Giorgio su Legnano, San Vittore, Turbigo, Vanzaghello e Villa Cortese. Sono stati gli stessi sindaci a segnalare la necessità di un potenziamento della rete del trasporto pubblico locale, l’esigenza di migliorare la percezione di sicurezza e di rispetto della legalità, le difficoltà correlate con gli interventi previsti dal Pnrr, che includono anche opere di rilevanza, quale il potenziamento della ferrovia Gallarate-Rho.

E sulla mobilità, Sgaraglia ha assicurato che la Prefettura intende promuovere un tavolo interistituzionale per agevolare l’accesso dei cittadini ai servizi dislocati sul territorio. Massima attenzione poi al tema della sicurezza con riferimento sia a microcriminalità, degrado e disagio giovanile sia a possibili infiltrazioni della criminalità organizzata.