PAOLO GIROTTI
Cronaca

Differenziata ai raggi X Tariffa puntuale per tutti

Si avvia a conclusione il percorso che ha condotto a coprire l’intera città con il nuovo sistema che ha nel sacco grigio nominale l’elemento chiave.

Differenziata ai raggi X  Tariffa puntuale per tutti

Differenziata ai raggi X Tariffa puntuale per tutti

di Paolo Girotti

La tariffa puntuale, con la quinta e sesta fase che si chiuderanno tra giugno e luglio, si appresta a concludere il percorso che ha condotto a coprire tutta la città con il nuovo sistema di raccolta rifiuti e che ha nel sacco grigio nominale il suo elemento di riferimento: solo allora si saprà se le previsioni e i numeri parziali sino ad oggi raccolti, quelli che riferiscono di una importante diminuzione del rifiuto generico, sono destinati a portare Legnano oltre l’80% di differenziazione, l’obiettivo dichiarato da Aemme linea ambiente, che gestisce il servizio. Dopo Oltrestazione 2, che a ottobre 2022 aveva iniziato la sperimentazione, Oltresempione 5, Oltrestazione 1 e Oltresempione 6 anche per i cittadini della zona Centro 3 si avvicina il momento di abbandonare il sacco viola per sostituirlo con quello grigio dotato di microchip: è fissata, infatti, per venerdì 9 giugno la prima raccolta di rifiuti indifferenziati inseriti nel nuovo sacco e nella serata di ieri si è tenuto il consueto incontro pubblico per illustrare le novità del sistema di raccolta.

A quel punto all’appello mancherà solo l’ultima zona del centro città (l’avvio è previsto nel mese di luglio) per chiudere il cerchio. Nei primi mesi di riferimento e nelle zone in grado di restituire qualcosa di significativo, i dati raccolti erano rassicuranti: per quanto riguarda il conferimento della carta è stato infatti registrato un aumento del 2% dei rifiuti, per l’umido l’aumento è stato calcolato in un 19% complessivo, mentre per la plastica l’aumento è stato calcolato nel 14% del peso complessivo del materiale conferito. I dati della raccolta hanno evidenziato, dunque, un calo del rifiuto indifferenziato conferito nelle tre zone in cui il sacco grigio è stato utilizzato pari al 35%. Va segnalato che Amga, gruppo che include anche la controllata Ala, ha ricevuto attraverso il Pnrr risorse per 725mila euro finalizzate al "miglioramento e alla meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani": i finanziamenti andranno a coprire i costi per la strumentazione di bordo dei mezzi dedicati alla raccolta dei sacchi grigi, le attrezzature per il rilevamento manuale in dotazione agli operatori, l’aggiornamento del software per la registrazione dei conferimenti.