Al volante parlando al cellulare. I vigili: "La tolleranza è terminata"

In azione nell’ultimo fine settimana le pattuglie specializzate “a caccia“ di automobilisti indisciplinati . L’assessore alla Polizia locale Catalano: essere distratti dal telefonino può avere conseguenze gravissime .

Al volante parlando al cellulare. I vigili: "La tolleranza è terminata"

Al volante parlando al cellulare. I vigili: "La tolleranza è terminata"

Usare il cellulare alla guida è tra le principali cause di incidente per distrazione. Che sia per un leggere un messaggio o per rispondere ad una telefonata, chi guida l’auto tenendo in mano il telefono mette in pericolo se stesso e gli altri. L’utilizzo dello smartphone al volante rischia infatti di distogliere l’attenzione del guidatore da quello che avviene in strada. Per questo motivo la Polizia locale di Varese ha attivato un servizio aggiuntivo di monitoraggio di questa infrazione al Codice della strada tanto frequente quanto pericolosa. Dopo che l’iniziativa era stata annunciata nelle scorse settimane gli agenti sono entrati ufficialmente in azione.

Nel weekend appena concluso ha infatti preso il via l’attività che prevede l’impiego di due motociclette e di un’auto con agenti in borghese che girano sulle strade cittadine controllando chi non rispetta le norme che vietano l’uso del cellulare alla guida. I risultati dell’iniziativa promossa dall’assessore alla Polizia locale Raffaele Catalano e condivisa con il comandante Claudio Vegetti sono stati da subito importanti.

Nel primo giorno di pattugliamento sono stati già sanzionati dieci automobilisti che mentre guidavano utilizzavano il cellulare al volante. "Guidare e contemporaneamente utilizzare il cellulare, anche per pochi secondi, vuol dire diventare un serio pericolo sulle strade - commenta l’assessore Raffaele Catalano - un automobilista distratto dal telefonino può determinare incidenti anche di gravissime conseguenze.

I dati parlano chiaro, leggere un messaggino o parlare al telefono, è una delle principali cause di sinistri e di investimenti di pedoni. Per questo abbiamo deciso di investire su questo servizio aggiuntivo, nella speranza che da un maggior controllo passi anche una maggiore sensibilizzazione delle persone". La sanzione per l’uso del telefono alla guida va dai 165 ai 660 euro ed è prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi qualora lo stesso soggetto compia un’ulteriore violazione nel corso di un biennio.