L'uomo accusato di pedofilia incalzato dall'inviata delle Iene
L'uomo accusato di pedofilia incalzato dall'inviata delle Iene

Pasquale Buffardi, l'ex dipendente del comune di Castano Primo accusato di pedofilia, sarà alla sbarra il prossimo 28 settembre davanti al gup di Milano. L'uomo, un 66enne castanese, è ancora in carcere e sulla sua testa pendono capi di imputazione molto gravi: adescamento di minore e produzione di materiale pedopornografico, oltre alla detenzione di immagini e filmati espliciti. Secondo la ricostruzione della Procura, l'uomo, padre di famiglia, avrebbe creato un archivio di ben 1.739 immagini pedopornografiche e 256 video di giovani e giovanissimi e nel 2017 era già stato condannato per la detenzione di questo materiale. Della vicenda si è occupata anche la trasmissione televisiva le Iene che aveva ricostruito i vari percorsi di adescamento dell'orco. In particolare quello di una undicenne conosciuta su Instagram e l'invio di materiale pornografico da parte di una 16enne, ritratta in pose erotiche. L'uomo oggi in carcere sta svolgendo un lungo lavoro psicologico per prendere coscienza del disturbo che da anni lo ossessiona.