Fabio Mancini, è morto il sub milanese di 62 anni soccorso nel lago di Como

Mandello Lario, l’uomo di Cusago è deceduto all’ospedale di Lecco dove era stato trasportato d’urgenza

Soccorritori subacquei in azione al Moregallo

CARDINI LECCO MANDELLO DEL LARIO = INTERVENTO SOCCORRITORI PER SUBACQUEA IN DIFFICOLTA LOCALITA MOREGALLO - ARCHIVIO

Non ce l’ha fatta Fabio Mancini il sub 62enne di Cusago (Milano) soccorso in extremis oggi, sabato 9 marzo, nel lago di ComoA poche ore dal recupero in acqua, al largo del Moregallo, è arrivata la notizia della morte. La seconda nel giro di una settimana visto che domenica scorsa una donna ha perso la vita proprio dove si è verificata la tragedia odierna, sulla sponda ovest di Mandello del Lario.  

Non è ancora chiaro se il sub sia stato colpito da un malore mentre era in acqua oppure ha riscontrato un problema durante l'immersione. Di certo, a lanciare l'allarme sono stati altri sommozzatori. La vittima, ancora viva in quel momento ma in stato di arresto cardiorespiratorio, è stata portata a riva per essere soccorsa dai sanitari di Areu con i volontari della Croce rossa di Valmadrera. Dopo essere stato rianimato, Fabio Mancini è stato trasferito d'urgenza all'Alessandro Manzoni di Lecco, dove è poi deceduto.