Carabinieri
Carabinieri

Lecco, 9 maggio 2018 – Mitra in pugno, nel giro di un paio d'ore prima ha rapinato un pensionato e poi due studenti in viaggio su due treni della Milano – Lecco. A mettere a segno il duplice assalto è stato un 17enne di origini magrebine nato in Italia, a Lecco, che abita in provincia di Sondrio. Lo hanno arrestato i carabinieri del comando provinciale di Lecco alle dipendenze del colonnello Pasquale Del Gaudio. Ora il ragazzino si trova nel carcere minorile di Bari. Era già finito nei guai per un furto al centro sportivo comunale Bione di Lecco nel maggio 2017 quando aveva anche aggredito alcuni poliziotti e prima ancora per una rapina in Romagna nel 2015, quando di anni ne aveva appena 15.

Le rapine sui treni in corsa le ha messe a segno la sera dello scorso 29 gennaio tra Airuno a Lecco. Prima ha puntato un mitra, che poi si è scoperto essere un'arma giocattolo da soft-air senza il classico tappino rosso, contro un anziano e poi verso due giovani, racimolando un bottino di 65 euro e 5 rupie indiane. Al momento del raid indossava anche una giacca con il cappuccio calato sulla fronte e un foulard per coprire il viso. La nuova accusa per lui è quella di rapina aggravata. Alle indagini hanno lavorato pure i militari di Merate e di Olginate. Il 17enne era già stato identificato ma ora, alla luce anche dei precedenti e di una passata condanna a 10 mesi di carcere da scontare, il Gip del Tribunale dei minori di Milano, su richiesta dei magistrati lecchesi, ne ha ordinato l'arresto e la custodia cautelare in carcere.