Ernesto Tresoldi inciampa e muore: esperto alpinista perde la vita sulla Grignetta

Aveva promesso a sua moglie di rientrare per festeggiare insieme San Valentino, fatale un banale incidente al rientro da un’escursione. Era stato presidente del Cai Sulbiate

Ernesto Tresoldi

Ernesto Tresoldi

"Amore aspettami, un’oretta e mezza e arrivo, questa sera usciamo a festeggiare San Valentino". Ernesto e sua moglie però San Valentino non lo hanno più festeggiato, come lui invece le aveva promesso durante l’ultima telefonata sulla via del ritorno.

Ernesto Tresoldi, pensionato di 76 anni di Sulbiate, è inciampato probabilmente nei suoi stessi ramponi ed è precipitato in un canalone per un centinaio di metri. L’amico che era con lui e con cui stava scendendo dalla Grignetta, che era chinato per togliersi i ramponi perché ormai stavano per affrontare l’ultimo tratto del sentiero e arrivare al parcheggio dei Pian dei Resinelli, non lo ha visto cadere, ha sentito solo un urlo e quando si è voltato Ernesto non c’era più. Ha subito chiesto aiuto e con lui altri escursionisti che si trovavano un poco più a monte e che al contrario hanno visto Ernesto precipitare nel vuoto. Dalla base di Villa Guardia sono immediatamente decollati i soccorritori dell’eliambulanza di Areu di Como, con a bordo un tecnico di elisoccorso istruttore del Soccorso alpino. I soccorritori, dopo aver individuato dall’alto Ernesto, si sono verricellati a terra, ma Ernesto era morto, ucciso sul colpo dalla caduta sulle rocce. Ne hanno ricomposto il feretro, lo hanno trasferito a bordo dell’eliambulanza e poi lo hanno trasportato a valle.

Ernesto non era uno sprovveduto, anzi. Era stato presidente della sezione del Cai del suo paese, conosceva bene le montagne della zona che percorreva in lungo e in largo, d’estate e d’inverno, con il sole e con la neve come ieri, a piedi e con gli sci o le ciaspole ai piedi. Inoltre era allenato, aveva un fisico possente. Purtroppo ieri, quando aveva praticamente ultimato la gita in Grigna Meridionale su è giù dal sentieri della Cresta Cermenati e stava per raggiungere l’auto per tornare a casa da sua moglie con cui festeggiare insieme San Valentini, un banale inciampo gli è costato la vita.