Margno (Lecco), 27 giugno 2020 - Omicidio-suicidioMargno, piccolo comune del Lecchese situato nell'Alta Valsassina. Due gemelli, Elena e Diego di 12 anni, sono stati uccisi dal padre 45enne, Mario Bressi, che poi si è tolto la vita. La tragedia è avvenuta in una casa di villeggiatura  di famiglia, situata poco distante dal piazzale della funivia al Pian delle Betulle.  Stando a quanto risulta dai primi accertamenti dei carabinieri di Lecco, che indagano sulla vicenda coordinati dal pm Andrea Figoni e dal procuratore capo Antonio Chiappani i due fratelli gemelli sono morti in seguito a una 'manovra asfittica', per soffocamento o strangolamento. Elena e Diego sono stati uccisi tra la serata di venerdì e la notte di oggi, sabato 27 giugno.  

Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire le ultime ore del padre per capire che cosa abbia scatenato la tragedia. I primi accertamenti confermano che tra l'uomo e la moglie ci fossero dei problemi, anche se la pratica per la separazione non era ancora stata avviata. Si indaga anche per stabilire se l'omicidio dei due dodicenni sia stato premeditato. Sarà l'autopsia a stabilire le cause esatte del decesso dei bambini; la ragazzina, sempre secondo i primi accertamenti, sarebbe stata strangolata, il fratellino soffocato. Gli esami tossicologici, disposti in sede autoptica, dovranno inoltre stabilire se prima di essere uccisi siano stati sedati.

La corsa contro il tempo poi il tragico ritrovamento

A trovare i corpi dei due fratelli è stata la madre. La donna ha ricevuto un messaggio dal padre dei due gemelli, in cui il 45enne scriveva che lei non avrebbe più rivisto i figli. La donna - originaria di Gorgonzola, nel Milanese - ha avvertito le forze dell'ordine e si è precipitata in Valsassina, nella seconda casa dove la famiglia era solita trascorrere le vacanze. Ma era ormai troppo tardi. Una volta arrivata, la terribile scoperta dei corpi senza vita dei due figli. "Cosa gli ha fatto, cosa gli ha fatto?" ha ripetuto la donna, sotto choc. La madre, anche lei di 45 anni, è stata condotta in caserma dei carabinieri nel paese vicino, Casargo.

Il suicidio del padre 

Il padre, di cui si erano perse le tracce, è stato trovato morto poco distante dal luogo dell'omicidio. Il 45enne si è gettato da un ponte, nel vicino comune di Cremeno. I due coniugi stavano attraversando una separazione difficile. L'uomo, impiegato che viveva a Gessate, era arrivato in Valsassina da una settimana. A differenza della moglie e dei bambini, che spesso avevano trascorso le vacanze in montagna, lui era meno legato a Margno. Bressi, che non postava nulla dal primo dell'anno, proprio ieri ha pubblicato sui social delle immagini intorno alle 3 di notte, foto sue e dei bambini sorridenti in montagna: "Coi miei ragazzi sempre insieme'. A distanza di poche ore è avvenuto il ritrovamento dei corpi dei due gemelli. 

false  

Un paese sotto choc

Le urla strazianti della donna hanno risvegliato i vicini. La donna e suoi genitori (i nonni dei due bambini) sono conosciuti in paese perché, pur non essendo originari della zona, avevano casa di villeggiatura in Valsassina da quarant'anni. "Il paese è sconvolto - ha detto il vice sindaco Valter Falcetti - sembra che queste cose accadano sempre lontano, invece sono dietro l'angolo. Non ci sono parole" .

(ha collaborato DANIELE DE SALVO)