Baby Gang viola le misure imposte dal tribunale: scattano i domiciliari

Il rapper era stato coinvolto in una sparatoria avvenuta nel 2022 a Milano

Baby Gang
Baby Gang

Lecco – I carabinieri della compagnia di Lecco hanno arrestato il rapper Baby Gang in esecuzione di un'ordinanza di aggravamento della misura cautelare dell'obbligo di dimora con gli arresti domiciliari.

La sparatoria

Il provvedimento trae origine dalle violazioni agli obblighi ai quali il rapper si trovava sottoposto a Lecco, a seguito dei fatti che lo vedevano coinvolto in una sparatoria avvenuta nel luglio 2022 in corso Como a Milano, nell’ambito di un regolamento di conti tra bande rivali della galassia trap. Fatti per cui nel novembre dello scorso anno Baby Gang era stato condannato, insieme al collega Simba La Rue e ai giovani amici delle loro crew.

La condanna

Baby Gang, all’anagrafe Zaccaria Mouhib era stato condannato a 5 anni e 6 mesi. Nei confronti di Baby Gang e degli altri imputati i giudici avevano riconosciuto tutte le imputazioni: dalla rapina alla rissa, dalle lesioni gravi e alla detenzione di arma clandestina.

Le motivazioni

In particolare, nelle 144 pagine di motivazioni della sentenza depositate proprio settimana scorsa, i giudici hanno parlato di “arcaici cacciatori che si facevano ritrarre accanto a prede animali esanimi”, di “violenza efferata” e di “radicale assenza di consapevolezza di disvalore della condotta tenuta”. In particolare, riguardo a Baby Gang, i magistrati avevano criticato anche il basso risarcimento offerto alle vittime, sostenuto, tra l'altro, "dalla società facente capo" al rapper e trattato come se fosse una "spesa di rappresentanza da portare a bilancio dell'etichetta musicale" e ciò malgrado i loro "ingaggi professionali elevati".