di Andrea Ropa Il mercato della mobilità in Italia vale circa 40 miliardi all’anno, ma il settore dei pagamenti legati alla mobilità locale (trasporto pubblico locale e parcheggi) è ancora fortemente sotto-digitalizzato. Si stima, infatti, che il valore totale dei biglietti venduti tramite canali digitali non superi il 3%. Sono invece i treni a lunga percorrenza e il settore aereo a primeggiare per tasso di digitalizzazione, superiore al 50%. È in questo contesto di digitalizzazione dei pagamenti per la mobilità che Mooney, il nuovo brand della prima realtà italiana di proximity...

di Andrea Ropa

Il mercato della mobilità in Italia vale circa 40 miliardi all’anno, ma il settore dei pagamenti legati alla mobilità locale (trasporto pubblico locale e parcheggi) è ancora fortemente sotto-digitalizzato. Si stima, infatti, che il valore totale dei biglietti venduti tramite canali digitali non superi il 3%. Sono invece i treni a lunga percorrenza e il settore aereo a primeggiare per tasso di digitalizzazione, superiore al 50%.

È in questo contesto di digitalizzazione dei pagamenti per la mobilità che Mooney, il nuovo brand della prima realtà italiana di proximity banking & payments nata dall’unione di SisalPay e Banca 5 (Gruppo Intesa Sanpaolo), continua a crescere. Nel 2020, infatti, ha acquisito il controllo di myCicero, la piattaforma digitale leader in Italia nel mobility e parking ticketing. Oggi Mooney lavora al fianco di myCicero per integrare sempre più servizi – dai taxi al mobility sharing – perché "la mobilità è sempre più flessibile e si andrà verso una intermodalità senza soluzione di continuità – spiega Emilio Petrone (nella foto tonda a sinistra), amministratore delegato di SisalPay – Per andare da casa al lavoro i mezzi che verranno utilizzati in futuro saranno ancora più vari e interconnessi e la nostra visione è che siano fruibili su un’unica app e con un’unica operazione di pagamento".

Nonostante la pandemia e la conseguente riduzione degli spostamenti, myCicero ha registrato nel 2020 oltre 9 milioni di ticket venduti e oltre mezzo milione di nuovi clienti. Risultati sintomatici della forte richiesta di digitalizzazione alla quale myCicero ha risposto consentendo di effettuare pagamenti in totale sicurezza e velocità. "Continueremo a investire in innovazione per consolidare il nostro ruolo di leadership sui pagamenti, puntando sulla mobilità per un’ulteriore crescita e ampliamento del business. Vogliamo rendere semplici, veloci e sicuri anche i pagamenti quotidiani e, con myCicero, a portata di app" continua Petrone.

Secondo il Report mondiale 2020 sul trasporto pubblico, soltanto il 6% degli intervistati durante la pandemia è passato a un mezzo privato abbandonando quello pubblico e il 48% chiede mezzi meno affollati per sentirsi più sicuro. Per questo myCicero, presente in oltre 200 aziende di trasporto, ha avviato diversi progetti sperimentali introducendo la prenotazione del proprio posto anche sulle linee di trasporto locale, così da evitare assembramenti e garantire un viaggio in totale sicurezza.

Dopo le prime sperimentazioni su alcune linee di ATM Milano, il progetto si è ora evoluto, allargandosi al trasporto scolastico, tema molto caldo per il ritorno alla didattica in presenza: gli studenti hanno infatti la possibilità di prenotare la propria corsa, garantendo in anticipo il posto a bordo, limitando così l’affollamento dei mezzi. Al momento il servizio è attivo per alcune linee del trasporto extraurbano nel territorio pavese e nella città di Ancona.