Dedagroup inaugura la nuova sede di Milano e rafforza il suo rapporto con la Lombardia

Nel dinamico quartiere Bicocca, i nuovi uffici ospiteranno i professionisti che operano a supporto del continuo sviluppo di Dedagroup e della crescita dei suoi clienti.

Il momento del taglio del nastro della nuova sede

Il momento del taglio del nastro della nuova sede

Dedagroup, uno dei principali gruppi tecnologici a capitale interamente italiano, ha inaugurato la sua nuova sede milanese situata nel dinamico quartiere Bicocca, in viale Fulvio Testi 280/6. Questo nuovo spazio accoglie i professionisti del Gruppo, che in Lombardia conta oltre 680 clienti e una presenza significativa in vari settori, tra cui Fashion, Public Services, Sanità, Banking & Finance, Industrial e Digital Business, Cloud & Cybersecurity, e Artificial Intelligence & Data.

Un esempio di sostenibilità e innovazione

La nuova sede è un esempio di attenzione all’ambiente e innovazione, grazie alla scelta di un immobile certificato LEED® GOLD, uno dei più alti livelli di valutazione per la sostenibilità degli edifici. Gli interni riflettono la nuova corporate identity di Deda, annunciata a inizio giugno, con il claim “Stay dedicated” che sintetizza lo spirito imprenditoriale del Gruppo e guida il lavoro quotidiano dei suoi oltre 3.000 collaboratori. Deda si posiziona come un acceleratore di tecnologia e business, impegnato a moltiplicare l’impatto positivo della tecnologia sullo sviluppo dei propri clienti, sul potenziale delle persone e sulla crescita della società.

Gli ambienti di lavoro
Gli ambienti di lavoro

Milano: un polo di eccellenza

Marco Podini, Presidente esecutivo di Dedagroup, ha sottolineato l’importanza di Milano come punto di riferimento per l’economia italiana e internazionale. "Con i suoi poli di eccellenza nel fashion, nella finanza, nella sanità e nell’industria, Milano è la sede naturale per il nostro continuo sviluppo. Con impegno e dedizione continueremo ad affiancare le aziende e le istituzioni locali nel loro percorso di digitalizzazione," ha dichiarato Podini. "Oggi non rafforziamo solo il nostro legame con la città ma con l’intera regione, dove abbiamo costruito solide radici e dove continuiamo a crescere e innovare, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo dei territori sia a livello economico che sociale."

Presenza e collaborazioni in Lombardia

Dedagroup ha una presenza importante in Lombardia, con oltre 800 professionisti nella regione. Nel settore della Moda, Deda Stealth, con sede a Milano, è centrale nel polo fashion di Deda, supportando i più grandi brand del Fashion & Luxury con competenze specialistiche e una piattaforma software dedicata. Nel campo della Sanità, attraverso Deda Next, il Gruppo supporta aziende di pubblico servizio come ASST Brianza e IRCCS San Gerardo Monza, e collabora con ARIA per i servizi di assistenza SIRE e SISS.

Collaborazioni con la pubblica mministrazione e il settore finanziario

Nel settore della Pubblica Amministrazione, Dedagroup lavora con il Comune di Milano e la Città Metropolitana di Milano per l’integrazione con le piattaforme nazionali e la digitalizzazione della gestione finanziaria. Inoltre, supporta 15 Comuni dell’hinterland milanese. Nel campo del Banking, Insurance e Financial Services, l’Hub Finance & Data di Deda supporta gruppi bancari e assicurativi come Europe Assistance e operatori finanziari come Agos Ducato e AMCO.

Innovazione e sviluppo nel digital business

Dedagroup vanta una solida presenza nel digital business attraverso la controllata Derga Consulting e nei mercati del Manufacturing, Pharma e Retail, grazie alle competenze nell’ambito dei dati, dell’intelligenza artificiale e della digital industry. Altre realtà del Gruppo con sede in Lombardia includono Deda Cloud, Deda Value, RAD Informatica, Microdata Group e Berma, tutte impegnate a supportare enti locali, aziende sanitarie e il settore del Business Process Outsourcing (BPO).

L’apertura della nuova sede milanese conferma e rafforza il legame di Dedagroup con la Lombardia e con l’ecosistema di clienti e partner presenti sul territorio, continuando a promuovere la transizione sostenibile e l’innovazione tecnologica.