Qualche mese fa la notizia dell'aumento della tariffa per effettuare la revisione auto da 45 a 54,95 euro aveva fatto alzare il sopracciglio a numerosi automobilisti. Adesso, però, il ministero dei Trasporti e Infrastrutture ha appena "varato" la piattaforma che consente di accedere a un contributo di 9,95 euro, una sorta di "bonus revisione auto", che copre completamente l'aumento.

  1. Cos'è
  2. A chi spetta
  3. Come si chiede
  4. Come viene erogato

Bonus revisione auto: cos'è

Il bonus revisione auto, battezzato ufficialmente "Buono veicoli sicuri", è un rimborso destinato ad anestetizzare l'aumento della tariffa della revisione, scattato a partire dall'inizio di novembre dell'anno scorso. Il contributo ammonta a 9,95 euro e compensa completamente l'incremento dei costi dell'esame obbligatorio per veicoli a motore e rimorchi a quattro anni dall'immatricolazione e, successivamente, da eseguire ogni due anni.

Bonus revisione auto: a chi spetta

Il contributo, si legge sulla pagina dedicata al tema dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, potrà essere chiesto per le revisioni effettuate dal primo novembre 2021, giorno in cui è entrato in vigore l’aumento tariffario, e per i tre anni successivi, quindi fino al 2024. Il "buono" è concesso ai proprietari per un solo veicolo e per una sola volta. I fondi saranno a disposizione fino a esaurimento delle risorse.

Bonus revisione auto: come si chiede

Per presentare la domanda i cittadini interessati devono accedere alla piattaforma attiva da lunedì 3 gennaio 2022, raggiungibile all'indirizzo www.bonusveicolisicuri.it, attraverso l’identità digitale Spid, oppure la Carta d’identità elettronica (Cie) o la Carta nazionale dei servizi (Cns). Poi dovranno compliare il modello per la richiesta di contributo pubblicato sulla piattaforma. Al momento possono accedere alla piattaforma esclusivamente gli automobilisti che hanno effettuato la revisione tra l'1 novembre 2021 e il 31 dicembre 2021. 

Gli automobilisti che abbiano avuto il loro veicolo o rimorchio revisionato in questi primi giorni del 2022 (pochi, presumibilmente) dovranno attendere la pubblicazione di un successivo avviso, riguardante i rimborsi a loro riservati, che verrà pubblicato sempre sulla stessa pagina

Bonus revisione auto: come viene erogato

Il rimborso arriverà direttamente sul conto corrente. I dettagli riguardanti il conto corrente, infatti, sono fra i dati da inserire al momento della richiesta. Ovviamente la domanda verrà valutata prima di dare il via libera all'erogazione del contributo. Dovrà quindi essere completa e corretta in ogni passaggio. E i fondi dovranno essere ancora disponibili.