Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
7 feb 2022
7 feb 2022

Green pass illimitato: vaccinati e guariti, chi ne ha diritto? Come si ottiene? La guida

Scatta da oggi, 7 febbraio, la modifica che rende sempre valido il certificato verde ma solo in determinate condizioni: eccole 

7 feb 2022
IL GREEN PASS A SCUOLA STUDENTI SCUOLE STUDENTESSA STUDENTESSE RAGAZZE
Stop al green pass anche per i corsi universitari in presenza (Archivio)
IL GREEN PASS A SCUOLA STUDENTI SCUOLE STUDENTESSA STUDENTESSE RAGAZZE
Stop al green pass anche per i corsi universitari in presenza (Archivio)

Milano, 7 febbraio 2022 - Con il calo delle terapie intensive, avendo una larga parte della popolazione vaccinata e con il virus che circola in maniera trascurabile, il "green pass a un certo punto scomparirà. Quando, è difficile saperlo, ma il trend è quello". Se le parole del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri sono rassicuranti, resta un fatto: il Green pass, specie quello super o rafforzato, serve ancora e servirà anche nei prossimi mesi. La novità è che da oggi ha scadenza illimitata (ma non per tutti) e chi aveva fatto la terza dose già a settembre o ottobre non deve preoccuparsi di vedere il documento scadere a breve. Ma quali tipi di pass continuano a valere solo sei mesi e quali invece possono essere usati anche oltre? Ecco una piccola guida per orientarsi nella giungla delle regole. 

Green pass base, rafforzato e booster: le differenze

- Il Green pass base è la Certificazione verde Covid-19 per vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo (ma ormai oggi solo chi lo ottiene col tampone ha la versione base).
- Il Green pass rafforzato è soltanto la Certificazione verde per vaccinazione o guarigione (nei sei mesi precedenti). Il green pass rafforzato non include, quindi, l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare.
-
Il Green pass booster è la Certificazione verde rilasciata dopo la somministrazione della dose di richiamo, successiva al completamento del ciclo vaccinale primario. 

Come faccio ad avere il Green pass illimitato? 

Come detto, i Green pass da oggi non avranno più scadenza, a differenza di quanto accadeva prima (valevano sei mesi). Ma non vale per tutti i documenti. Per chi non è vaccinato e ottiene il Green pass solo con il tampone, il documento vale solo 48 ore se il test era di quelli rapidi, 72 ore se molecolare. 

Non avrà scadenza il pass ottenuto se:

- ho completato il ciclo vaccinale primario e ho fatto anche la dose booster
- ho effettuato due dosi di vaccino e successivamente ho avuto il Covid

Sono guarito dal Covid, ho diritto al pass illimitato?

Non sempre l'avvenuta guarigione dal Covid dà diritto al Green pass illimitato. Ecco i vari casi:

 ho effettuato due dosi di vaccino e successivamente ho avuto il Covid: ILLIMITATO
- sono guarito da Covid e dopo ho ricevuto una o due dosi del ciclo primario: SEI MESI
(per averlo illimitato serve anche la dose booster)
- sono guarito dal Covid ma non sono vaccinato: SEI MESI

Come scaricarlo?

Per scaricare il Super Green pass o Green pass rafforzato bisogna: accedere al sito  www.dgc.gov.it con tessera sanitaria o identità digitale Spid; scaricare la App Immuni o la App IO; accedere al proprio fascicolo sanitario elettronico regionale. In alternativa ci si può rivolgere al proprio medico di medicina generale, al pediatra o in farmacia.

Dove è necessario mostrarlo

Al momento il Green pass rafforzato è necessario quasi ovunque: il trasporto pubblico anche locale (per salire, quindi, su aerei, treni, navi, autobus, metropolitane e treni regionali). E ancora: feste, le sagre e le fiere, per i centri congressi. Inoltre negli hotel e in tutte le strutture ricettive, ma anche per sedersi al ristorante anche all’aperto, frequentare piscine e centri benessere anche all’aperto. La limitazione è estesa agli sport di squadra e ai centri natatori, ai centri culturali, sociali e ricreativi. Il certificato verde servirà anche per andare a sciare e per entrare negli stadi.

Basta quello base per accedere sui luoghi di lavoro e nella stragrande maggioranza dei negozi e altri tipi di servizi: qui l'elenco completo.

L'obbligo per gli over 50

Dal 15 febbraio tutti coloro che hanno compiuto 50 anni e che lavorano nel settore pubblico e privato dovranno infatti dimostrare di aver effettuato almeno una dose di vaccino anti Covid-19. Coloro che non sono in regola pagheranno una multa di 100 euro. Tra le altre sanzioni previste figurano poi la sospensione dal lavoro senza la retribuzione ed il pagamento di una multa da 600 a 1.500 euro se la persona obbligata al vaccino è colta sul luogo di lavoro priva di Green pass rafforzato. L'entità della sanzione viene raddoppiata se la violazione viene reiterata. 

Fino a quando ci sarà richiesto?

"Giusto forse mantenere il Green pass fino all'estate, ma per alcune attività, soprattutto quelle all'aperto, possiamo rinunciare anche prima''. A dirlo, in un'intervista al Messaggero, è Andrea Costa, esponente di Noi con l'Italia e sottosegretario alla Salute.  Quanto allo stop dell'obbligo delle mascherine all'aperto, "l'ordinanza l'aveva introdotto in zona bianca, in giallo e negli altri colori era già previsto. Non rinnovando l'ordinanza, ovviamente elimini l'obbligo in bianco. Ma la politica deve prendere atto che la situazione sta migliorando e quindi dare un segnale in questo senso: eliminiamo l'obbligo anche nelle altre zone''

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?